V.G.A: come nasce un impianto – dal progetto al subfornitore

0

Ragione Sociale:  V.G.A. Snc di Valente A. & Amoruso A.

Regione e Città:  Puglia, Bisceglie (BT) – Italy
Settore di appartenenza: Lavorazioni meccaniche di precisione
Attività e lavorazioni: Tornitura, Fresatura, Rettifica di Precisione
Macchinari in dotazione:  Macchine Multitasking, Macchine di Misura Tridimensionali
Export:  30 % della Produzione (70 % Mercato Italiano)
Dipendenti: 16

Antonio Amoruso, socio assieme ad Angelantonio Valente dell’azienda, racconta: «La nostra è un’impresa che realizza principalmente pezzi e componenti di precisione su specifiche del cliente in lotti di piccola dimensione. Qualche tempo fa, tuttavia, ricevemmo l’incarico da un nostro storico cliente di progettare e realizzare un intero impianto d’estrusione della carne destinata all’alimentazione per cani, e in virtù della nostra esperienza nel settore alimentare, decidemmo di accettare». Si trattava, più precisamente, di costruire un impianto di estrusione per la carne simile a quello già in uso presso il cliente, ma di qualità e prestazioni superiori, oltre che più efficiente. «Per noi – riprende Amoruso – fu una vera e propria sfida. Compattammo le nostre esperienze, in termini non solo di lavorazioni meccaniche ma anche di progettazione e, con la collaborazione di una società di consulenza esterna che ci aiutò nel “mettere a disegno” le nostre indicazioni, in poche settimane riuscimmo a completare il progetto dell’impianto». La Meccanica VGA, in pratica, per l’occasione mise in piedi un vero e proprio ufficio tecnico: una volta realizzati, i disegni tridimensionali furono esportati sui software CAD-CAM già in uso presso l’azienda, per valutare la fattibilità di ogni singolo pezzo otre che dell’impianto nel suo complesso. Amoruso: «Incrociando i dati ottenuti sul software di modellazione tridimensionale a quelli rielaborati dal CAM abbiamo ottimizzato e perfezionato il progetto. In particolare, abbiamo verificato che alcuni dei componenti, quelli cioè di maggiore complessità, fossero realmente producibili sulle nostre macchine utensili»…
continua a leggere a pag. 12 di Sufbornitura News – novembre 2015

Se sei GIA’ abbonato accedi all’area riservata e continua a leggere clicca qui
Se NON sei abbonato vai alla pagina degli abbonamenti clicca qui

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here