Un nuovo composito per proteggere i metalli dalla corrosione

8
Un nuovo composito per proteggere i metalli dalla corrosione
Un nuovo composito per proteggere i metalli dalla corrosione
Source: INM, Leibniz Institute for New Materials

Prevenire la corrosione dei metalli in modo ecologico, anche in condizioni estreme, quali intemperie, gas aggressivi, sale, forte usura o alte pressioni. La ricerca è stata realizzata dall’Istituto Leibniz per i Nuovi Materiali. “Questo composto brevettato agisce con l’applicazione a spruzzo – spiega Carsten Becker-Willinger, capo della divisione – La chiave è la strutturazione di questo strato in cui le particelle protettive si organizzano come tegole”. Proprio come in un tetto o un muro, i diversi strati di particelle sono posti uno sopra l’altro con una disposizione sfalsata. Il risultato è una barriera altamente strutturata e auto-organizzata. Lo strato protettivo è spesso pochi micrometri e impedisce la penetrazione di gas e di elettroliti. Esso fornisce protezione contro la corrosione causata da soluzioni acquose aggressive, come soluzioni saline (la salsedine sulle strade e l’acqua di mare) o acidi acquosi (la pioggia acida). Lo strato protettivo è una barriera efficace anche contro i gas corrosivi o sotto pressione. Dopo la polimerizzazione termica, il materiale aderisce al substrato metallico, resiste all’abrasione e agli urti e può quindi sopportare elevate sollecitazioni meccaniche. Il rivestimento ha passato il test di caduta con una palla di acciaio emisferica del peso di 1,5 kg da un’altezza di un metro senza scheggiarsi o rompersi, mostrando solo una lieve deformazione; il che significa che può essere usato anche in presenza di polvere di sabbia o minerali senza usura. Il composto può essere applicato a spruzzo o con altri comuni processi di chimica umida a 150-200 gradi centigradi. È adatto ad acciai, leghe metalliche e metalli come alluminio, magnesio e rame; può rivestire lastre, tubi, ruote dentate, strumenti o parti della macchina di qualsiasi forma. La miscela appositamente formulata contiene un solvente, un legante e particelle simili a piastrine su scala nanometrica e particelle simili a piastrine, mentre esclude cromo VI o altri metalli pesanti.

8 Commenti

  1. Sono il responsabile di un’azienda di finitura per metalli,vorrei se possibile dettagli per l’applicazione e se disponibile la visione di un impianto per il suddetto trattamento.

  2. Buongiorno, qui potete trovare la fonte dell’articolo e i contatti del Leibniz Institute for New Materials ai quali chiedere maggiori informazioni. A disposizione, buona giornata.

  3. E’ un prodotto molto interessante,sono molto interessato alla vendita, ci credo molto. Vorrei delle informazioni più approfondite sia sul prodotto che sull’applicazione.

  4. Sono interessato ad un approfondimento circa la possibile applicazione di tale nuovo materiale su acciai inossidabili come elemento di ulteriore proptezione contro la corrosione.
    Quindi disporre delle contatto con il Leibniz Institute for New Materials. Grazie

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here