TBL, un materiale per ogni applicazione

0
Loris e Davide Bottolo
Loris e Davide Bottolo
Loris e Davide Bottolo

La storia di TBL inizia nel 1969, quando Enzo Bottolo, dopo aver lavorato per aziende europee, fonda a Carpi, nel distretto industriale emiliano, una ditta dedicata alla tornitura industriale. In pochi TBL si afferma con successo sia nel mercato italiano, sia nei paesi dell’Europa occidentale. Oggi l’azienda possiede un impianto produttivo che si estende su un’area coperta di 2.500 metri quadrati in cui lavorano circa 35 addetti. TBL produce componenti ad alta precisione come corpi valvole, sedi, cartucce assemblate, pignoni, aste e cursori per soddisfare esigenze complesse di svariati settori industriali: dall’oleodinamica alle tecnologie più diversificate. I materiali lavorati comprendono acciaio, alluminio, leghe leggere, ottone e anche materie plastiche; nello specifico acciai avp, avz, etg 100, etg 88, inox ottone, alluminio pr 80, c45. «Ogni materiale ha una sua specifica applicazione e viene usato in base alle esigenze del cliente» sottolineano i titolari Loris e Davide Bottolo. Per questa classe di materiali le maggiori problematiche sono inerenti a microbave e microammaccature di avp, pr 80, etg 100 e 80. «La ricerca è costante, perché dobbiamo essere pronti a tutte le soluzioni richieste dal cliente, sia in termini di materiali, sia di specifiche tecniche altamente complesse. Il nostro personale gode infatti di costante aggiornamento per affrontare qualsiasi problematica. I materiali performanti sono sicuramente i più preziosi e costosi, ma pianificando ordini e produzioni riusciamo a mantenere un buon rapporto tra eccellenza e costo a livelli ottimali». Oltre alla qualità delle lavorazioni e dei materiali, TBL ha un’organizzazione interna all’avanguardia e una struttura aziendale moderna ed equilibrata che offre garanzie e soddisfazione del cliente sia dal punto di vista delle consegne, sia del magazzino. Non ultimo l’impatto ambientale: «La nostra azienda effettua controlli periodici inerenti al buon funzionamento dei processi, all’uso di prodotti in linea con le normative vigenti e a un attento controllo degli smaltimenti come previsto dalla legge» concludono i titolari. Continua a leggere…

Se sei GIA’ abbonato accedi all’area riservata e continua a leggere clicca qui
Se NON sei abbonato vai alla pagina degli abbonamenti clicca qui

Guarda la video intervista a TBL

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here