Stampa 3D più efficiente? Questione di Matematica

1
matematrica implementa la stampa 3d

Il Consiglio Nazionale delle Ricerche, per la prima volta ha studiato un problema legato alla stampa 3D utilizzando modelli matematici proponendo così dei metodi per diminuire il tempo di realizzazione.

Stampa 3D infinite opportunità ma ancora qualche inconveniente

Le potenzialità della stampa 3D sono note a tutti; una buona stampante 3D è in grado di creare un qualsiasi oggetto e di replicare tutti quelli esistenti. L’ancora scarsa diffusione deriva dalla difficoltà di utilizzo e dal fatto che la tecnologia non è ancora del tutto priva di inconvenienti. Allo stato attuale un problema tipico della stampa 3D ad esempio è il fatto che, nel processo di stampa vengano automaticamente creati dei supporti sui quali si appoggia l’oggetto in fase di creazione.

Il normale funzionamento delle stampanti 3D infatti prevede che un ugello depositi il materiale strato dopo strato; essendo tuttavia il tempo di raffreddamento abbastanza lungo il materiale tende a colare, determinando una cattiva realizzazione di stampa.

Attualmente si evince questo problema creando dei supporti specifici per ogni oggetto che riducono il tempo di stampa e il materiale impiegato per la realizzazione.

Soluzione del CNR tra ingegneria e matematica

Una delle soluzioni per eliminare le sporgenze eccessive e rimuovere i supporti consiste nel “gonfiare” l’oggetto. A questa soluzione lavorano già da tempo ingegneri e informatici ma solo di recente i matematici; la stampa 3D infatti è ardua da studiare dal punto di vista matematico per via della complessità delle equazioni e dei calcoli che la regolano.

La sfida, che si sta concludendo, è quella di riuscire a progettare software dotati di strumenti avanzati, che permettano stampe rapide dopo aver analizzato l’oggetto e creato un file di stampa 3D il tutto con un intervento minimo da parte dell’utente; in questo compito i matematici si stanno dimostrando all’altezza.

Rendere più semplice, da parte dell’utente, l’utilizzo della stampa 3D significa rimuovere il maggiore ostacolo alla sua diffusione e qui sta giungendo in aiuto la matematica.

1 COMMENTO

  1. Il piu efficiente algoritmo pubblicato rimane quello del 1983 di Eugene Luks; la complessita dell’algoritmo di Luks pero, per alcune reti e poco meno che esponenziale, e quindi proibitiva.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here