Stampa 3D: le innovazioni nella tecnologia medica

0

“Avere spina dorsale” non è una caratteristica positiva solo a livello figurato. Uno dei modi per alleviare i problemi spinali consiste nell’uso di componenti tecnici a invasività minima in plastica o metallo che vengono impiantati nel corpo. Tsunami è uno sviluppatore di sistemi per gli impianti spinali che con il metodo di fusione laser additiva LaserCUSING combina i punti di forza ed elimina i punti deboli dei tradizionali componenti in titanio o in PEEK per le applicazioni nelle cage intervertebrali. Oggi, un componente realizzato con fusione laser racchiude in un solo prodotto la biocompatibilità del titanio e l’elasticità richiesta a un materiale plastico. Le gabbia spinali a fusione laser hanno una geometria molto complessa e non richiedono di ulteriori trattamenti per garantire una struttura superficiale ottimale. Il punto di forza di questa soluzione è la sua geometria con distribuzioni di densità parzialmente diverse (strutture incassate a rete), che permette ai chirurghi di localizzare facilmente le gabbie con TAC o risonanza magnetica. La fusione laser consente anche la produzione personalizzata o in piccole serie, comprese gabbie “su misura” per pazienti con condizioni anatomiche particolari o soluzioni standard per altri pazienti. Uno studio clinico condotto a marzo 2014 in collaborazione con la Carl von Ossietzky University di Oldenburg, in Germania, ha confermato una prognosi di guarigione eccellente con questa tipologia di impianti. (*studio di Oldenburg)


Un’altra innovazione di Tsunami è lo  “spaziatore interspinoso dinamico” , distanziatori a estensione autonoma che possono essere usati tra I processi spinosi della Colonna vertebrale. Il meccanismo di apertura sviluppato da Tsunami è un miracolo di produzione: è composto da una scatola di ingranaggi con una vite centrale e degli ingranaggi laterali che si aprono in due ali. Creare distanziatori a gancio con superfici perfettamente allineate è possibile grazie al processo LaserCUSING, che usa un sistema Mlab cusing R di Concept Laser. La sua superfice altamente liscia, quasi levigata, assicura un’escrescenza significativamente ridotta nel tessuto. Un un aspetto significativo di questa tecnologia di produzione è la possibilità di realizzare più copie contemporaneamente di questo pezzo complesso e mobile.

 


In termini di progettazione dei componenti, la produzione additiva può aprire strade completamente nuove. Un’altra innovazione derivante dalle possibilità offerte da LaserCusing a Tsunami è lo sviluppo di una protesi discale personalizzata che funziona da distanziatore vertebrale al posto del disco, per stabilizzare la colonna vertebrale. È composto da un piatto superiore e un piatto inferiore collegati da una molla doppia. La superficie dei piatti è progettata per adattarsi perfettamente sul piatto vertebrale. La molla doppia è in titanio con un nucleo in silicone per ammortizzare il movimento Colonna vertebrale simulando il disco intervertebrale. La forma e le dimensioni di distanziatura possono essere modificate esattamente in base all’anatomia del paziente, secondo le specifiche del chirurgo. Il punto di forza di questa soluzione innovativa: la protesi discale è prodotta con un procedimento “diretto” utilizzando la tecnologia di fusione laser, una soluzione che elimina l’esigenza di procedimenti di montaggio a valle.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here