Spessori per la compensazione delle tolleranze

0
Strumenti efficaci di lean management che assicurano un rapido montaggio finale e costi ridotti indipendentemente dai processi  

Che si tratti di acquisti, di progettazione, di produzione o di manutenzione e servizio di assistenza, grazie a un utilizzo coerente degli spessori per la compensazione delle tolleranze, le aziende registrano un dispendio minore e costi ridotti in tutti i settori.
Molti produttori di componenti continuano a eseguire la compensazione delle tolleranze nel reparto di assemblaggio, ricorrendo a procedure di rettifica. In questo modo, queste combinano le costose capacità in termini di personale e macchine che potrebbero essere utilizzate in maniera molto più produttiva nell’integrazione di spessori. L’assemblaggio può essere pianificato con maggiore precisione e può avvenire in modo più rapido. Anche prima e dopo il montaggio i processi vengono semplificati. I progettisti non si ritrovano quindi a dover calcolare tolleranze totali, bensì devono solo definire in quale punto verrà impiegato tale spessore. Per far ciò hanno ampi spazi di manovra, dato che possono scegliere tra diversi materiali quali l’acciaio inox, l’alluminio, l’ottone, il PET o soluzioni composite all’interno di tre linee di prodotti: le lamiere del tipo M-Tech L arrivano fino a 64 fogli laminati (tra 25 e 100µ) con spessori complessivi compresi tra 0,50 e 3,20 mm, che possono essere asportati fino a raggiungere la compensazione delle tolleranze necessaria. Le lamiere del tipo M-Tech S sono lamiere o fogli (a partire da 10µ) sottoforma di kit di pezzi singoli o rettificati. Le lamiere del tipo M-Tech P sono spessori in pacchetti. Grazie al portafoglio della Georg Martin GmbH, il reparto Acquisti può ordinare degli spessori conformi alle esigenze di progettazione, produzione e manutenzione. Se questo decide, ad esempio, di impiegare uno spessore pelabile di tipo M-Tech L, esso può avvalersi di 60 strati di fogli in un unico componente. In tal modo, il reparto acquisti e quello di progettazione coprono tutte le tolleranze con un solo elemento di compensazione. A differenza dei componenti di tipo C che vengono ordinati, a seconda del consumo, come materiale sfuso o merce in assortimento, il reparto acquisti controlla la situazione tramite la lista pezzi conformemente al fabbisogno. Ne consegue una semplificazione del controllo delle giacenze di magazzino, dato che in questo modo vengono ridotte le varianti e aumenta la sicurezza delle giacenze. Anche il team di assistenza è in grado di eseguire gli interventi di riparazione con un dispendio minimo. Tutti questi aspetti portano a un cashflow crescente. «Molti produttori nel settore della tecnologia di azionamento, dell’automotive, dell’aeronautica e dell’impiantistica impiegano gli spessori del tipo M-Tech, ottenendo così notevoli vantaggi in termini di lean management come, ad esempio, un minore fabbisogno di macchine, delle operazioni di progettazione più rapide o la riduzione delle varianti», racconta Christoph Martin.

 

 

 

 

 

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Inserire questo codice*: captcha 

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here