Soluzioni in tempo reale

0
Giovanni Soave, socio di A.T. P.I.
Giovanni Soave, socio di A.T. P.I.

Dinamica e vicina ai clienti: presentiamo un’azienda dove la qualità non è un concetto, ma un vero e proprio “modus operandi”. con il miglioramento quale obiettivo costantemente perseguito in ogni fase del lavoro e in un clima dove i rapporti sono prima di tutto umani.

 

Come si sta muovendo il mercato nell’ambito in cui operate e quale situazione vi sentite di prevedere per il resto del 2013?

Vorrei prima di tutto ringraziare l’editore e la testata, che in ogni numero offrono la possibilità anche alle piccole aziende come la nostra di esprimere opinioni e pensieri. Purtroppo, senza voler eccedere in pessimismo, al momento il mercato è stagnante e anche le previsioni a breve non sono molto positive. Confidiamo in un miglioramento derivante dalla tenacia e dalla capacità della classe imprenditoriale che, nonostante gli ostacoli che ogni governo ha posto in atto, riesce ugualmente a trovare il coraggio e la forza per continuare ogni giorno a fare impresa.

 

In che modo la vostra azienda si pone dunque su un mercato come questo e ne affronta le numerose sfide?

Già dal 2009, abbiamo applicato strategie tese a ridurre i costi, favorendo gli investimenti destinati al miglioramento delle vendite, come ad esempio nuovi programmi gestionali che ottimizzano le scorte di magazzino e riducono i tempi di preventivazione e gestione degli ordini. Oggi come non mai, la rapidità nelle risposte è fondamentale per il nostro cliente e con questi strumenti siamo in grado di offrire soluzioni in tempo reale.

Quali tipologie di prodotti commercializzate e quali sono i principali ambiti applicativi in cui trovano utilizzo tali articoli?

La nostra azienda è nata nel 1986 con l’intento di offrire, al piccolo e medio costruttore di macchine e al manutentore di grandi impianti, la possibilità di fare riferimento a un unico interlocutore, sia per l’utensileria, l’attrezzatura della macchina utensile, la strumentazione metrologica e di controllo, sia per tutta la componentistica di primo impiego, come cuscinetti, organi di trasmissione, elementi di tenuta e altri prodotti impiegati nella costruzione di macchine. Senza falsa modestia, crediamo veramente di poter dire di essere questo tipo di fornitore.

Quali sono i maggiori tipi di utensili e/o attrezzature che proponete e quali le loro caratteristiche tecniche e prestazionali?

La ditta Impero del gruppo Safety ci fornisce i corpi utensile e il metallo duro in molte delle sue declinazioni, oggi all’avanguardia nella fresatura e nella foratura con punte a inserti di ultima generazione, mentre per punte e maschi il catalogo Yamawa e Osawa della ditta Sorma, insieme con quello di Elli-Zerboni, ci permettono di offrire soluzioni di qualità a prezzi molto competitivi. Le frese della ditta Rime sono certamente di alto livello e ci consentono di accontentare i clienti più esigenti. Da circa due anni, poi, siamo concessionari D’Andrea per tutto il settore relativo a barenatura e mandrineria di precisione; a completamento del programma non mancano gli strumenti di misura e controllo (LTF e Vogel). Infine, tengo particolarmente a citare e ringraziare la Società Italiana Commerciale Utensili di Milano, con Marco e Giovanni Corradini, che fin dall’inizio della nostra attività ci forniscono non solo i loro ottimi prodotti, ma anche consigli e suggerimenti altrettanto preziosi.

Su quali valutazioni vi basate per la scelta di un fornitore, in termini generali e in particolare per quanto concerne utensili e attrezzature?

La qualità dei prodotti, la disponibilità del magazzino e la competenza tecnica devono assolutamente essere integrati dalla serietà commerciale. Noi siamo rivenditori e a volte il cliente, pensando di risparmiare, si rivolge direttamente al produttore o importatore. In questi casi, la fiducia e il rapporto costruiti in anni di collaborazione con il fornitore permettono di accontentare il cliente e di non lasciare noi “a bocca asciutta”. L’analisi tecnica dei prodotti che proponiamo ha sempre avvantaggiato articoli di qualità. Vendere il prezzo troppo spesso non paga.

Quali caratteristiche distintive vi hanno fatto guadagnare la fiducia dei clienti e come fate sentire loro la vostra vicinanza?

Come nel caso della scelta del fornitore, anche per i clienti il rapporto deve essere prima di tutto “umano”. In moltissimi casi, infatti, i nostri clienti sono prima amici. Spesso ne conosciamo le vicende familiari, di salute e di lavoro, perciò quando accade che il cliente stia attraversando un periodo critico (anche economicamente) cerchiamo di essergli vicini secondo le nostre possibilità e spesso troviamo insieme le soluzioni più adatte a superare il momento difficile. In tanti casi poi, abbiamo vissuto insieme il cambio generazionale, e dopo aver tenuto buonissimi rapporti con padri, oggi ne abbiamo anche di migliori con i figli.

Quali sono i vostri obiettivi di tutti i giorni e quelli a lungo termine?

Le vicende politiche ed economiche, che tutti i giorni vediamo scorrere alla televisione o leggiamo attraverso i moderni canali di informazione, rendono più che mai difficile porre obiettivi ambiziosi a breve, ma ritengo che aziende come la nostra, dove la gestione è totalmente nelle mani dei soci (mia moglie si occupa in modo completo della parte amministrativa e finanziaria e il mio socio si occupa a tempo pieno delle vendite esterne), possiedano gli strumenti necessari al superamento di questo periodo oscuro. Chi riuscirà a superare questa fase di recessione, come è accaduto anche in passato, vedrà sicuramente un nuovo rinascimento, anche se, ne sono certo, con scenari completamente diversi da quelli precedenti. Spero sinceramente in un futuro migliore!

Come interpreta la vostra azienda il concetto di qualità?

Ritengo che la qualità non sia solo un concetto, ma un vero e proprio “modus operandi”. Ogni giorno, in ogni fase del nostro lavoro così come nella selezione di prodotti innovativi ed efficaci, vogliamo tendere al miglioramento. Essere propositivi sia in azienda sia dal cliente, questo è il nostro modo di interpretare il concetto di qualità.

Flessibilità e rapidità di risposta: quale peso hanno questi fattori, oggi così sentiti, nel contesto di un’attività come la vostra?

Dato per scontato che ormai i tempi di attesa del cliente si sono azzerati, noi già da qualche anno lavoriamo in tempo reale e spesso concretizziamo l’offerta inviata al mattino con la consegna nel pomeriggio, a volte anche prima. In realtà, la necessità di riduzione dei costi di magazzino dei nostri clienti impegna noi in un servizio sempre più rapido.

Quale rilevanza ha quindi per voi la voce relativa al magazzino e come siete organizzati in tal senso?

Come il nostro cliente risponde alle esigenze di mercato con macchine utensili più veloci, precise e performanti, allo stesso modo noi rispondiamo al nostro cliente con un magazzino sempre più mirato alle sue necessità. I nuovi programmi gestionali ci permettono di valutare i prodotti che ci verranno richiesti con maggior frequenza, mentre le visite al cliente e il contatto diretto con l’utilizzatore ci consentono di programmare con ragionevole certezza i fabbisogni futuri, ottimizzando così gli investimenti sulle scorte.

Offrite qualche tipo di servizio e assistenza dopo la vendita?

Ritengo, alla luce di quanto finora espresso, che un buon servizio di assistenza dopo la vendita debba essere per noi assolutamente indispensabile. È parte integrante del nostro lavoro, anche se, devo ammetterlo, nelle voci relative ai costi aziendali è difficile verificare se una buona assistenza post-vendita sia sempre ripagata dalla fidelizzazione del cliente. Quando s’interviene con assistenza tecnica, in effetti, spesso è a causa del verificarsi di qualche problema, e si sa che a volte le persone tendono a scaricare su altri i problemi che non sanno risolvere da sole. Forse è proprio questo il nostro compito!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here