Sick, nuove barriere per l’automazione

0
barriere Sick

Sick (www.sick.it) presenta MLG-2, la nuova serie di barriere per l’automazione che possono essere utilizzate in qualsiasi applicazione.

L’innovativa generazione di barriere intelligenti stabilisce nuovi standard in termini di risoluzioni, tempi di risposta e semplicità di utilizzo. MLG-2 è in grado di rilevare svariate tipologie di prodotti, dagli oggetti trasparenti o di piccole dimensioni a quelli in rapido movimento o di forme irregolari. Disponibile in tre varianti, si adatta alle diverse esigenze di automazione garantendo un pronto impiego in macchina.

Le barriere impiegano una specifica tecnologia ASIC per aprirsi a nuove funzioni intelligenti, come il controllo di ogni singolo fascio luminoso. L’esteso campo di lavoro fino ad oltre 3m, le diverse interfacce, l’intervallo di temperatura di esercizio tra i -30°C e i + 55°C, i gradi di protezione IP65 e IP67 e la resistenza alla luce ambientale costante fino a 200.000 lux consentono l’utilizzo del sensore in qualsiasi applicazione, anche in presenza di forti disturbi luminosi ad ampio spettro.

Oltre alle esigenze dell’intralogistica, la serie MLG-2 è in grado di soddisfare anche le richieste delle macchine utensili, delle tecnologie per il controllo del traffico (per la separazione e la qualificazione dei veicoli), dell’industria automobilistica, della produzione del legno e persino della robotica industriale. In particolare, le varianti “Prime”, “Pro” e “ProNet” vengono impiegate per applicazioni standard o complesse, all’interno o all’esterno di reti di bus di campo.

Il design user-friendly rende l’installazione delle barriere molto semplice, e non è richiesta la presenza di personale specializzato per la loro configurazione. Inoltre, la funzionalità di clonazione attraverso la tecnologia IO-Link porta a un risparmio di tempo quando si imposta la medesima configurazione su diverse barriere o quando una di esse deve essere sostituita. Tutte le versioni forniscono uscite analogiche e digitali, come IO-Link nella versione 1.1, o sono integrabili all’interno di reti industriali attraverso tecnologia Ethernet IP, Profinet o Ethercat.

Con una distanza tra emettitore e ricevitore fino ad 8m, MLG-2 Prime viene impiegata per misurare l’altezza, rilevare un pallet o per controllare l’integrità e la posizione dei prodotti che lo compongono. I fasci luminosi possono essere distanziati tra loro di 5 mm, 10 mm, 25 mm o 50 mm. Durante la messa in funzione, i parametri, le modalità operative e le funzioni di uscita sono comodamente selezionabili attraverso un tastierino a bordo dell’unità ricevente. Emettitori e ricevitori sono sincronizzati otticamente, cioè senza cavi.

Grazie al software SOPAS di SICK è possibile configurare le barriere MLG-2 Pro e MLG ProNet simulandone l’applicazione ed osservando in tempo reale ciò che il sensore sta rilevando.

Un’altra interessante funzione è rappresentata da “High Accuracy”: attraverso il controllo delle singole ottiche è possibile ridurre la risoluzione della barriera stessa fino a farla coincidere con la distanza tra le ottiche.

MLG-2 Pro e MLG-2 ProNet sono dotate anche della modalità operativa “Green Mode” per il risparmio energetico.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here