Powerbumps: i dossi che producono energia

2

“PowerBumps” è il progetto nato dalla collaborazione della startup italiana Underground Power con Auchan e Gallerie Commerciali Italia (GCI).
L’ innovativa proposta prevede, per mezzo di un dispositivo modulare denominato LYBRA, l’assorbimento dell’energia cinetica dispersa dalle auto per trasformarla in energia elettrica da destinare al centro commerciale. Il primo test sarà effettuato nel parcheggio di Auchan Rescaldina e l’auspicio è quello di espandere le installazioni in tutti gli Auchan nazionali ed esteri. Il progetto è molto interessante in quanto si esprime nell’ambito dello sviluppo sostenibile e, di conseguenza, ha la volontà di ridurre l’impatto ambientale e il consumo di energia.
Per la realizzazione di questo progetto è stato individuato come partner tecnico Underground Power che da tempo aveva brevettato LYBRA, un dispositivo modulare piatto largo 3 metri, lungo 1 metro e disposto a filo strada, il quale può essere installato, uno in successione all’altro, nelle zone di decelerazione. Lo scopo è di fare rallentare appunto le vetture in entrata al centro commerciale, quindi incrementare anche la sicurezza stradale del centro stesso, ma soprattutto accumulare e trasformare l’energia e renderla disponibile al centro commerciale e ai suoi utenti.
«Quando è stato lanciato il programma Creative Attitude, ho ripensato al caso del locale notturno che recuperava l’energia dei corpi in movimento sulla pista da balloha spiegato Alessandro Gullo, Progettista di Auchan e GCI Mi sono ispirato a questa idea e ho pensato che anche i veicoli che transitano nei nostri centri commerciali possono generare un campo magnetico e quindi energia elettrica, che può essere captata e resa disponibile per il suo utilizzo. Così sono nate le “PowerBumps”».
Il funzionamento è semplice: il dispositivo è installato a filo strada, le vetture transitandoci sopra con il loro peso ne deformano la superficie e, in questo modo, l’auto è rallentata e, di conseguenza, frena. Quindi, l’energia che andrebbe sprecata nella frenata è captata, trasformata attraverso un sistema brevettato e resa disponibile per il suo utilizzo.
Il progetto permetterà di creare energia in maniera corretta, alternativa e conveniente attraverso la compensazione della CO2 prodotta dal traffico, sfruttando e migliorando il traffico stesso.
Il progetto PowerBumps che partirà per la prima volta a settembre nel centro commerciale Auchan di Rescaldina prevede due installazioni di LYBRA di 10 metri ciascuna. L’installazione nel suo complesso avrà le seguenti caratteristiche:

–       Un transito medio di 8.500 auto al giorno.
–       Una produzione energetica di 100.000 KWh ogni anno.
–       Una resa equivalente a un impianto fotovoltaico da 80 kW.
–       Una tempistica d’installazione di soli 3 giorni.
–       Un tempo di ritorno di 7 anni.

«Riuscire ad introdurre tecnologie per contenere e ridurre i consumi ad oggi è una nostra priorità. Per questo abbiamo accolto e sviluppato il progetto PowerBumpsha dichiarato Edoardo Favro, AD di GCIPartiamo con il test nel centro commerciale Auchan di Rescaldina e contiamo di poter estendere il progetto ad altri centri anche all’estero. Questo permetterebbe di ottimizzare i costi di produzione, generare economie di scala e soprattutto ridurre un importante consumo di energia a favore dell’ambiente. Il nostro fine ultimo è di mettere il cliente al centro di questo progetto, proponendogli installazioni che siano al contempo ecosostenibili, divertenti e fidelizzanti».

 

2 Commenti

  1. Complimenti, molto interessante e di grandissimo interesse perchè applicabile in molteplici altre situazioni. Sarei interessato personalmente per verificare il modello ad esempio su speciali gradinate o portici che sono numerosissimi nei nostri paesi Italici e produrre energia per l’illuminazione serale, o altri usi. Mi sono personalmente dedicato alla ricerca per la produzione di energia con diversi sistemi realizzando anche brevetti molto interessanti; nel caso ci fosse un’interesse potrei accordare un incontro. Grazie Agostino Bertani Industrial-designer

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here