Porte aperte allo stampaggio dell’acciaio

0
stampaggio acciaio

Ragione Sociale: Massucco Industrie Spa

Regione e Città: Piemonte, Castellamonte e Cuorgnè (Torino)

Anno fondazione: 1882

Certificazioni: ISO 9001, ISO 14001, OHSAS 18001

Attività e lavorazioni: progettazione di stampi e stampaggio acciaio

Macchinari/attrezzature in dotazione: con il sostegno dei fondi POR FESR 2007-2014 della Regione Piemonte, ha sostituito il forno di riscaldo con uno nuovo ad alta efficienza energetica. Ciò consentirà la riduzione del consumo energetico ed il conseguente abbattimento dell’impatto ambientale del processo produttivo. Presse, laminatoio, forni a induzione, robot.

Tempi medi di consegna: 96% di consegne on time

Organizzazione logistica: EXW in Italia, partner esterni in Ungheria

Mercati di riferimento: ferroviario, aerospazio, machinery, movimento terra e veicoli industriali, rotative per la stampa

Per contattare l’azienda scrivi a subfornituranews@tecnichenuove.com

 


Ragione Sociale: A. Benevenuta & C. Spa

Regione e Città: Piemonte, Rivara e Forno Canavese (Torino); Cordoba (Argentina)

Anno fondazione: 1891

Certificazioni: UNI EN ISO 9002 (secondo lo schema AVSQ 94, poi passate dal 2002 a ISO/TS 16949:1999); ISO/TS 16949:2002; la norma UNI EN 9001 : 2000 (Vision 2000); SGQ 1046; TS38A

Attività e lavorazioni: progettazione di stampi, stampaggio acciaio, lavorazioni meccaniche, cesoiatura, fucinatura

Macchinari/attrezzature in dotazione: cinque linee di stampaggio, linee robotizzate, cesoiatura con taglio idraulico

Tempi medi di consegna: 90% on time

Organizzazione logistica: Consignment stock presso i principali stabilimenti dei clienti sia in Italia che all’estero.

Mercati di riferimento: automobile, trasporto pesante, veicoli commerciali, macchine agricole e movimento terra

Per contattare l’azienda scrivi a subfornituranews@tecnichenuove.com

stampaggio acciaio

Nel canavese lo stampaggio è l’attività primaria di ben 32 imprese con una forza lavoro da 2.600 unità e dimensioni che, in un panorama dominato dai family business variano dai dieci ai 150 dipendenti. Trasformano in media 430 mila tonnellate di acciaio e questo garantisce loro un fatturato stimato intorno ai 750 milioni di euro. Posizionati sia sul mercato domestico sia su quelli mondiali, direttamente o da terzisti, gli stampatori del Canavese forniscono i segmenti dell’auto; del movimento terra e delle macchine agricole; della meccanica. Con l’evento Imprese a porte aperte: lo stampaggio acciaio Unisa e Confindustria Canavese hanno dato visibilità a due dei protagonisti del comparto: Massucco Industrie e A. Benevenuta & C. Spa.

 

continua a leggere (articolo a pag.26 – Subfornitura News – Febbraio 2016)

Se sei GIA’ abbonato accedi all’area riservata e continua a leggere clicca qui
Se NON sei abbonato vai alla pagina degli abbonamenti clicca qui

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here