PipeGuard, il robot che rileva le perdite nelle tubazioni

0

Ricercatori del MIT di Boston hanno creato PipeGuard, un piccolo robot in grado di rilevare anche le più piccole perdite presenti nella rete idrica.

Perdite nelle tubazioni idriche, un problema serio

I cambiamenti climatici stanno portando ad un aumento dei periodi di siccità, le piogge scarseggiano e ciò comporta un maggiore sfruttamento dei bacini idrici da cui si attinge per portare l’acqua corrente nelle nostre case.

Caso emblematico è stato quanto accaduto a Roma nei mesi scorsi dove si è assistito ad un imponente prelievo di acqua dal Lago di Bracciano. In tale occasione è salito agli onori di cronaca il problema degli sprechi causati da falle nelle tubazioni della rete idrica.

Tali perdite naturalmente non sono un problema circoscritto unicamente alla Capitale. Si calcola infatti che in media il 38% dell’acqua circolante nella rete idrica nazionale vada sprecata; la situazione si fa ancora più drammatica nel Centro e nel Mezzogiorno con rispettivi 46% e 45%. Il problema non è solo morale e ambientale ma anche economico: gli aumenti in bolletta per le famiglie italiane per far fronte a tali sprechi sono nell’ordine dei 90-100 Euro.

A rilevare le perdite ci pensa PipeGuard

A dare un significativo contributo alla soluzione del problema delle perdite nelle condutture ci ha pensato il MIT di Boston. Tale istituzione ha infatti sviluppato un piccolo robot capace di identificare le perdite nelle tubature fino a 4 litri al minuto ovvero con un’efficienza 10 volte superiore agli attuali sistemi in circolazione.

PipeGuard del MIT, il robot che rileva le perdite nelle condutture
Principio di funzionamento del robot PipeGuard. Image Credit: MIT Boston

PipeGuard, questo è il nome dell’innovativo robot, come costruzione è assai simile al volano del badminton; è costituito infatti da un corpo flessibile e da una coda tipo “gonna”. Il robot viene inserito nel circuito idrico da un qualsiasi idrante a questo punto la coda si espande per riempire il diametro delle tubature e, deformandosi a seconda della pressione, è in grado di rilevare le perdite.

PipeGuard si muove nella rete idrica trasportato dal flusso dell’acqua; la struttura flessibile inoltre permette una buona maneggevolezza in grado di muoversi attraverso le curve e i giunti a T.

Durante i test PipeGuard ha dimostrato prestazioni eccellenti; il passo successivo, già allo studio del MIT, è realizzare una versione ancora più piccola e maneggevole. Tale versione sarà in grado di adattarsi più velocemente ai cambiamenti del diametro dei tubi e capace di effettuare riparazioni in loco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here