Occupazione in aumento per la meccanica e la subfornitura

0
meccanica

 

meccanicaPer la meccanica e la subfornitura, nel 2016 in Italia ci saranno circa 580 posti di lavoro in più per ogni 1.000 aziende. E’ ciò che ha rivelato l’Osservatorio MECSPE, realizzato da Senaf, analizzando i dati Excelsior-Unioncamere che parlano chiaro: nel primo trimestre 2016 si prevedono nell’industria 28.500 assunzioni di dipendenti, principalmente conduttori di impianti e macchinari e operai specializzati, con esperienze specifiche ed in possesso di un titolo di studio.

Nel 2015 il numero di addetti nel comparto meccanica e subfornitura è aumentato per il 47,4%, mentre si è mantenuto complessivamente stabile per il 43,4%; solo un 9,2% ha dovuto ridurre il personale. Per il 2016, se il 64,2% dichiara di voler mantenere stabile il numero di addetti, il 32,6% prospetta incrementi e solo un 3,2% prevede riduzioni. Tra gli strumenti a disposizione degli imprenditori e che facilitano le assunzioni c’è il Jobs Act, che  è stato un accelerante per il 65,6% delle aziende.

I dati dell’Osservatorio MECSPE rivelano che nel 2015, il 27,7% ha dedicato alla formazione dei propri dipendenti “fino a 10 ore all’anno”, ben il 26,6% “tra le 11 e le 20” e il 34,6% “oltre le 21 ore”, mentre solo l’11,2% non ha fornito formazione. Per il 2016, quasi nove imprenditori su dieci (88,1%) investiranno nell’aggiornamento dei propri dipendenti, e quasi uno su cinque (19,3%) aumenterà il budget dedicato rispetto all’anno precedente.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here