Nuove frontiere della tecnologia ottica

0
Credit: © Artur Marciniec / Fotolia

Un team di ingegneri della Duke University ha sviluppato un sistema adattativo per estrarre con precisione i dati 3D mantenendo la capacità di catturare un’immagine 2D ad alta risoluzione senza cambiare i componenti della macchina fotografica. Questa nuova funzionalità è stata sperimentata con successo in laboratorio usando un piccolo specchio deformabile, cioè una superficie riflettente che può dirigere e focalizzare la luce. La ricerca mostra come la tecnologia equivalente nelle moderne macchine fotografiche digitali, moduli di stabilizzazione dell’immagine e di messa a fuoco, potrebbe essere sfruttata per ottenere gli stessi risultati senza un hardware aggiuntivo.

Credit: © Artur Marciniec / Fotolia

Lo scopo dell’esperimento era estrarre informazioni di profondità di campo da un’immagine di scatto singolo, piuttosto che da tradizionali tecniche di imaging 3D che richiedono più immagini, senza ridurre la qualità della foto. Integrata nelle macchine fotografiche commerciali e in altre tecnologie ottiche, questa tecnica di visualizzazione potrebbe migliorare le funzioni di base, come la stabilizzazione dell’immagine, e aumentare la velocità dell’autofocus per ottenere una maggiore qualità delle fotografie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here