Nanoantenne per diagnosi veloci

0
Nanoantenne per diagnosi precoci
Nanoantenne per diagnosi precoci

Il Politecnico di Milano ha mosso i primi passi verso nuovi dispositivi per diagnosi mediche precoci e non invasive. La ricerca si basa su nanoantenne per la luce che si potranno usare per diagnosticare gravi malattie come il cancro o il diabete di tipo I.

Questi dispositivi di nuova generazione si possono impiegare come sensori ottici per il rilevamento dei processi chimici e biologici su scala molecolare. Intere piattaforme di nanoantenne opportunamente integrate all’interno di dispositivi compatti permetteranno di analizzare quantitativi minimi di materiale biologico. La variazione del segnale ottico emesso dalle nano-antenne, indotta dalla presenza di elevate concentrazioni di marcatori tumorali o di altre patologie, sarà alla base della diagnosi.
Il team coinvolto nel progetto ha adottato un approccio innovativo: la nanoantenna è in grado di amplificare l’interazione tra la luce e una limitata quantità di materia di dimensione molecolare, fungendo da vero e proprio nanoricevitore per la luce.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here