Mollificio Lombardo, tutte le tipologie di acciaio

0
Emilio Longoni -Mollificio Lombardo
Emilio Longoni -Mollificio Lombardo
Emilio Longoni -Mollificio Lombardo
Emilio Longoni -Mollificio Lombardo

Nato nel 1932, il Mollificio Lombardo lavora, nello stabilimento di Carvico (BG), diversi tipi di acciaio: acciai con percentuali di carbonio, acciaio inox, acciai legati come cromo vanadio, acciai speciali per realizzare componenti elastici, che hanno cioè dei ritorni elastici, subiscono deformazioni e restituiscono energia quando vengono deformati. «Realizziamo molle e componenti elastici su disegno del cliente – spiega il direttore generale Emilio Longoni -. Se un cliente ci chiede un componente in rame, che non è un materiale molto elastico, acquistiamo il materiale speciale». Nella lavorazione di questi materiali esiste uno svantaggio di ordine tecnico: l’omogeneità. A parità di diametro di filo, il materiale che viene da una zona ha una resistenza inferiore di quello proveniente da un’altra zona. Ma c’è anche uno svantaggio commerciale: in Italia e in Europa esiste una tassa sugli acciaio inossidabili che altri Paesi non hanno. «E sicuramente in futuro dovremmo affrontare la ricaduta della chiusura di acciaierie in Europa. Noi acquistiamo l’85% dei nostri acciai in Europa, soprattutto in Germania. A volte il cliente ci spedisce l’ordine insieme alla materia prima che acquista autonomamente. Acquistiamo in Europa per coniugare qualità, prezzo e tempistiche di consegna. In primo luogo, tutte le nostre materie prime sono omologate con un processo lungo e costoso. Se cambiamo fornitore, dobbiamo ricominciare il processo da capo, quindi tendiamo a mantenere i fornitori di cui siamo soddisfatti. In secondo luogo, non compriamo quantità enormi, quindi non cerchiamo il prezzo più competitivo in giro per il mondo. Inoltre, acquistando piccole serie, dobbiamo offrire tempi di consegna rapidi, quindi dobbiamo ricevere il materiale in meno di una settimana». Il mollificio impiega materie prime particolari richieste dai clienti frutto di ricerca e sviluppo, come nel caso del titanio con tenori differenti usato in prototipi e in piccole serie del settore aeronautico o automobilistico di Formula 1 o Moto Gp, al fine di diminuire il peso e aumentare la resistenza…continua a leggere

Se sei GIA’ abbonato accedi all’area riservata e continua a leggere clicca qui
Se NON sei abbonato vai alla pagina degli abbonamenti clicca qui

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here