Riusciamo a immaginare un futuro dove gli pneumatici della nostra macchina non si compreranno dal gommista ma verranno rigenerati nelle normali stazioni di servizio grazie alla stampa 3D? Michelin è già all’opera!

Un futuro rivoluzionario

Tra qualche decennio non ci si dovrà più ricordare di andare dal gommista a sostituire gli pneumatici; il computer di bordo dell’automobile (magari a guida autonoma) ci avviserà quando il battistrada della ruota sarà consumato, quando non garantirà più la sicurezza della marcia o quando le condizioni dell’itinerario richiederanno di passare dallo pneumatico estivo a quello invernale e viceversa.

Per fornire la gomma da sostituire non si avrà più necessità di recarsi dallo specialista del cambio gomme; infatti, presso una qualsiasi stazione di servizio, una macchina per la stampa 3D provvederà alla rigenerazione dello pneumatico depositando un nuovo battistrada su una struttura permanente che non necessita di gonfiaggio ad aria.

A predisporre tutto questo ribadiamo che sarà il computer di bordo, che nel momento di necessità, ordinerà il “cambio gomme” direttamente sul Cloud.

Si tratta di un futuro quasi da fantascienza, ma a Michelin stanno già predisponendo i preparativi.

Vision, innovativo pneumatico realizzato con la stampa 3D

Il nuovo pneumatico Vision di Michelin è riassumibile in quattro parole:

  • organico
  • ricaricabile
  • senza aria
  • connesso.

Vision infatti è prodotto a partire da materiali bio completamente riciclabili, e in parte già riciclati; ciò permette di avere un bassissimo impatto sull’ambiente rispetto ai classici pneumatici. Altro importante punto di forza è la possibilità di venire “ricaricato“; il cerchio e la struttura saranno sempre mantenuti, avranno quindi la stessa vita operativa dell’automobile, verrà invece sostituito il battistrada in funzione del consumo. All’operazione di sostitutzione provvederà una macchina per la stampa 3D. La stampante sarà collocata nelle stazioni di servizio e provvederà alla rigenerazione del battistrada.

michelin tweel pneumatici
Applicazione del Michelin Tweel su una macchina movimento terra

Vision inoltre sfrutta la tecnologia già adottata da Michelin con Tweel; si tratta di uno pneumatico, già disponibile per i veicoli a bassa velocità, costituito da un reticolo invece della consueta camera ad aria.

Infine, come anticipato nelle righe precedenti, forse il maggior punto di forza di Vision è la connessione; con questo progetto Michelin ha portato ad un nuovo livello l’IoT. Lo pneumatico diventa un elemento connesso a tutto il sistema della vettura il quale può fornire informazioni sul funzionamento, gestire al meglio la regolazione dei parametri di marcia e programmare manutenzioni, sostituzioni e rigenerazioni.

Questo slideshow richiede JavaScript.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here