Le turbine eoliche del futuro

0
Turbine eoliche del futuro
Turbine eoliche del futuro
Turbine eoliche del futuro

Ridurre i costi, migliorando l’affidabilità dei componenti chiave della turbina. A questo punta il progetto Windtrust dell’Unione Europea sull’energia eolica, che nel 2014 ha prodotto 134.007 MW contro i 141.964 MW dell’Asia. “Ci stiamo concentrando sulla progettazione di tre componenti chiave ad alto potenziale di miglioramento: le pale del rotore, il controllore della turbina eolica e l’elettronica di potenza”, spiega Mauro Villanueva, direttore dello sviluppo tecnologico presso Gamesa, l’azienda di turbine eoliche che guida il consorzio e coordina il progetto. Ottimizzando l’uso della fibra di carbonio si può aumentare la durata delle pale del rotore e ridurre il peso dei componenti, aspetti che contribuiranno a prolungare la vita complessiva della turbina a 20-30 anni.
Per migliorare il controllo della turbina, gli ingegneri stanno lavorando su algoritmi di controllo che dovrebbero ridurre carichi estremi e fatica in modo da massimizzare l’equilibrio tra la produzione di energia e la durata della macchina. Un altro fattore chiave è l’aumento dell’affidabilità dell’elettronica di potenza mediante una migliore topologia elettronica, componenti dei circuiti ridondanti e algoritmi di controllo in grado di massimizzare le prestazioni e la durata dei componenti, ma anche la distribuzione di sensori di monitoraggio delle prestazioni e della vita residua, al fine di effettuare la manutenzione predittiva della turbina.
La riduzione dei costi energetici non comporta necessariamente di fabbricare ogni componente in modo più conveniente. “Anche se il costo delle parti avanzate è maggiore, la riduzione dei costi di riparazione con la conseguente diminuzione dei tempi morti produce un aumento della quantità di energia prodotta” prosegue Villanueva. Tutte queste nuove tecnologie verranno testate su un prototipo di turbina 2 MW all’interno del parco sperimentale eolico Alaiz a Pamplona, ​​in Spagna.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here