Le scorie siderurgiche amiche dell’ambiente

0
Le scorie siderurgiche amiche dell'ambiente

Il processo di lavorazione dell’acciaio produce ogni anno, come tutti i processi industriali, notevoli quantità di scarti e rifiuti. Per evitare che questi materiali rappresentino un grave pericolo per l’ambiente, ABS – Acciaierie Bertoli Safau SpA , azienda specializzata nella produzione di acciai speciali di eccezionale qualità, ha sviluppato un progetto dedicato al recupero e alla valorizzazione degli scarti di produzione. La scoria siderurgica non è di per sé un rifiuto ma, per le sue caratteristiche intrinseche, un prodotto secondario dell’acciaieria. Ogni anno l’impianto di Pozzuolo del Friuli (UD) produce una mole significativa di scarti, che potrebbero rappresentare un problema per l’azienda, soprattutto sul fronte dei costi e della difficoltà di smaltimento.
ABS ha invece deciso di vedere la scoria come una grande opportunità, trasformandola in prodotti per il settore dell’edilizia. Si tratta di Ecogravel® Black ed Ecogravel® White, due materiali dalle altissime prestazioni, ricavati rispettivamente dalle scorie nere e dalle scorie bianche e utilizzati nei conglomerati bituminosi.

Le scorie siderurgiche amiche dell'ambiente

I prodotti Ecogravel® sono regolarmente marcati CE e dal 2007 vengono realizzati in un impianto dedicato, il Global Blue, sviluppato su una superficie di 80.000 mq e in grado di produrre oltre 150.000 tonnellate di prodotti all’anno. Questo processo consente di recuperare ogni anno circa 5.000 camion di scorie siderurgiche prodotte da ABS, corrispondenti a circa 120.000 tonnellate di scorie nere e 30.000 tonnellate di scorie bianche provenienti dalle siviere. I prodotti Ecogravel®  sono impiegati principalmente per la costruzione di strade, dove garantiscono maggior aderenza e resistenza (circa il 30% in più rispetto ai materiali tradizionali) con conseguenze positive sul fronte della sicurezza e della riduzione degli interventi di manutenzione. Nello specifico, Ecogravel® Black viene utilizzato nei conglomerati bituminosi, nel calcestruzzo e nei misti cementati, mentre Ecogravel® White si utilizza nei cementi e nella stabilizzazione del fondo stradale. Con la produzione annuale di Ecogravel è possibile realizzare ben 330 km di strade e autostrade.

Entrambi i materiali, inoltre, assicurano un’elevatissima sostenibilità ambientale, garantendo comunque le massime prestazioni tecniche e meccaniche. Ecogravel, infatti, contribuisce alla riduzione dei rifiuti da avviare in discarica e delle emissioni di CO2 e consente un minore sfruttamento delle risorse naturali, oltre a un notevole risparmio dal punto di vista energetico. ABS porta avanti, ormai da diversi anni, un piano di sostenibilità ambientale, come spiega Carla de Colle, Presidente dell’azienda: “Per qualcuno essere green è una moda, per qualcun altro è un’opportunità di business. Per noi di ABS essere green è semplicemente parte del nostro DNA. Il mondo dell’acciaio è generalmente visto come inquinante e pericoloso: noi vogliamo sovvertire questo paradigma. In questi anni abbiamo investito oltre 50 milioni di euro per far sì che tutti gli impianti possano garantire i più elevati standard ambientali e di sicurezza; rispettando, e in molti casi anche anticipando, le prescrizioni delle più severe normative nazionali e internazionali. Un impegno che si dimostra coi fatti, con progetti concreti e ingenti investimenti per la salute, la sicurezza, l’ambiente e il futuro del nostro territorio”. Come risultato di questo impegno, negli ultimi due anni, ABS ha ridotto i consumi idrici per ora lavorata del 27%, diminuito del 14% il consumo energetico e risparmiato circa 40.000 quote di anidride carbonica. L’azienda, inoltre, punta a una drastica riduzione delle emissioni in atmosfera, e per raggiungere questo obiettivo sta sviluppando un progetto in collaborazione con il Politecnico di Milano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here