Lavorare la grafite. Quali sono i vantaggi?

0

5La grafite è una forma cristallina del Carbonio, con una struttura stratificata di piani basali o fogli di atomi di Carbonio compatti. E’di colore da grigio scuro fino a nero con riflessi quasi argentei e lucentezza metallica, fragile, con elevata conducibilità sia elettrica che termica, ottima resistenza agli shock termici e alle temperature elevate, sebbene ossidi a 500°C. Queste caratteristiche la rendono industrialmente interessante in molteplici settori, dall’industria dei materiali refrattari, ai lubrificanti, all’indurimento dell’acciaio, nelle matite (in combinazione con l’argilla), ma è anche impiegata nelle spazzole dei motori elettrici e come materiale per gli elettrodi; grazie alla sua resistenza agli agenti chimici, può essere utilizzata come filtro per fluidi corrosivi.  Oggi sta acquisendo sempre maggiore importanza l’utilizzo di grafite come fibra nei materiali compositi e nelle plastiche rinforzate.

I vantaggi della grafite:

  • E’ facilmente lavorabile
  • Resiste bene agli shock termici
  • Ha un basso coefficiente di dilatazione termica, circa un terzo di quello del Rame. Ciò garantisce la stabilità della geometria dell’elettrodo durante il processo di elettroerosione
  • E’ disponibile in blocchi anche di grandi dimensioni
  • Non fonde ma, a 3400°C, passa direttamente allo stato gassoso. Ciò permette di contenere l’usura dell’elettrodo.
  • Ha una densità molto inferiore a quella del Rame: gli elettrodi sono sensibilmente più leggeri.
  • Ha una velocità di rimozione del metallo maggiore di quella del Rame, con una usura molto bassa
  • Ha un tasso di usura che decresce all’aumentare della corrente di cresta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here