Il D. Lgs. 81:2008, Testo Unico in materia di Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro,  prescrive che il Datore di Lavoro metta a disposizione dei Lavoratori macchine conformi alle disposizioni legislative e al recepimento delle Direttive Comunitarie di prodotto.

Il Datore di Lavoro è ritenuto responsabile, come affermato più volte da sentenze della Corte di Cassazione, dell’utilizzo di macchine non conformi, anche nel caso di marcatura CE, in presenza di vizi “evidenti ed immediatamente percepibili”.

Inoltre, il Datore di Lavoro ha anche il compito di aggiornare le misure di sicurezza delle macchine in relazione all’evoluzione dello stato dell’arte in materia. Infine, è obbligo del Datore di Lavoro informare e formare i Lavoratori sui compiti loro assegnati, in particolare per quanto riguarda l’utilizzo sicuro delle attrezzature.

Oltre al D. Lgs. 81:2008, anche il recepimento italiano della Direttiva Macchine (D. Lgs. 17:2010), ha regolamentato alcuni aspetti relativi alle macchine già in servizio, con particolare riferimento agli obblighi di marcatura CE delle macchine (e quindi anche degli insiemi di macchine) in caso di interventi di modifica.

È fondamentale, quindi, conoscere quali sono le regolamentazioni concernenti le macchine già in servizio, sia per gli utilizzatori (ovvero i Datori di Lavoro) sia per tutti i soggetti che eseguono interventi di modifica, per uso proprio o per terzi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here