Italcanna: la sostenibile leggerezza del carbonio

0
italcanna

Italcanna nasce quasi 50 anni fa nella provincia di Lucca come azienda per la produzione di canne da pesca, con l’impiego di canne in bambù e dei primi tondini in fibra di vetro composita. Con l’avvento delle moderne fibre composite in carbonio, comincia a lavorare per settori più tecnici come la meccanica e l’automotive. Oggi infatti per tubi e rulli in composito usa principalmente fibre di carbonio a basso, medio e alto modulo elastico, ma anche fibre di vetro, fibre aramidiche e fibre speciali come zylon. «La fibra di carbonio – spiega Gian Marco D’Olivo, uno degli amministratori di Italcanna – ha delle performance straordinarie: cinque volte più leggero dell’acciaio e da due a cinque volte più resistente. Non a caso è il materiale per eccellenza in ambito aereonautico e spaziale. I nostri tubi e rulli sono quindi leggerissimi e resistenti; non si ossidano e non si deformano a seguito di uno sforzo, resistono agli urti senza ammaccarsi. Inoltre possono essere conduttori o isolanti e presentare una dilatazione termica prossima a zero e moduli elastici componibili entro un ampio range».

I materiali compositi usati nei tubi di Italcanna sono anisotropici, si comportano cioè in modo diverso a seconda della direzione presa in esame, quindi è necessario analizzare e progettare con attenzione la struttura più idonea a soddisfare le esigenze del cliente. In caso di errori in questa fase i risultati potrebbero essere veramente deludenti, visto anche le forti variabili dei materiali in gioco. Per le applicazioni comuni, dove non sono richieste performance al limite, Italcanna impiega solitamente fibra di carbonio ad alta resistenza, che consente di ottenere un risultato ottimale e prestazioni già ampiamente superiori ad alluminio e acciaio a costi contenuti. Italcanna affianca l’attività produttiva al lavoro di progettazione e ricerca… continua a leggere

Se sei GIA’ abbonato accedi all’area riservata e continua a leggere clicca qui
Se NON sei abbonato vai alla pagina degli abbonamenti clicca qui

Altri articoli su ITALCANNA

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here