Il taglio del tubo? L’innovazione è il laser fibra

0
– Remigio Del Col, presidente di Officine GSP S.r.l., assieme ai figli Matteo (a sinistra), responsabile dell’ufficio tecnico e del controllo qualità, e Marco (a destra), responsabile commerciale e della logistica.
Remigio Del Col, presidente di Officine GSP S.r.l., assieme ai figli Matteo (a sinistra), responsabile dell’ufficio tecnico e del controllo qualità, e Marco (a destra), responsabile commerciale e della logistica.

Il taglio laser dei tubi metallici è una tecnica molto innovativa e all’avanguardia, in particolare se il laser viene generato da una sorgente “a fibra”. Esso permette grandi vantaggi dal punto di vista economico, della velocità e della qualità. Tale tecnologia, tuttavia, non è ancora molto diffusa presso le carpenterie, forse per l’onere di un investimento comunque notevole o forse perché non ancora sufficientemente conosciuta. Abbiamo quindi deciso di approfondire l’argomento avvalendoci dell’aiuto di Remigio Del Col, presidente del consiglio di amministrazione  della Officine GSP di Fiume Veneto (PN), impresa di media dimensione che opera nel settore dei laminati e dei tubolari, effettuando lavorazioni di taglio laser, punzonatura e piegatura, presso-piegatura. «Il taglio dei tubi – spiega Del Col – con macchine laser consente innanzitutto di aumentare la velocità di produzione, in quanto il laser esegue non solo il taglio in maniera più rapida, ma permette anche di evitare lavorazioni successive che invece prima erano necessarie. Per esempio, nel passato occorrevano trapani per la realizzazione dei fori, o costose dime d’assemblaggio realizzate “ad hoc” per l’esecuzione degli angoli di incastro. Ora invece tali attrezzature non vengono più utilizzate: è sufficiente programmare la macchina, caricare la materia prima e attendere il completamento della lavorazione».
Il taglio laser tubi, dunque, permette di ottenere dalla macchina prodotti “finiti”, già forati e coi giusti profili d’incastro. Un risparmio di tempo enorme, che Remigio Dal Col così quantifica: «Oggi “il tempo di attraversamento” di un pezzo tubolare è molto ridotto. Tutto il ciclo viene eseguito su una macchina sola con grandissimi vantaggi anche in termini di precisione, di certezza dei costi e di sicurezza della durata dei cicli». Ma non basta: la nuova macchina installata presso Officine GSP non ha una sorgente laser tradizionale a CO2, bensì una sorgente “a fibra”. Remigio Del Col ne spiega i benefici: «Rispetto alla sorgente standard CO2, il “laser fibra” ci permette di lavorare non solo con maggiore velocità, ma anche con notevole riduzione dei consumi elettrici. La sorgente a fibra, infatti, risulta decisamente più efficiente rispetto alle sorgenti tradizionali, e il risparmio energetico risulta superiore addirittura al 50%. Si tratta di un dato straordinario, se si pensa a quanto consuma una macchina laser e ai costi sempre crescenti della energia elettrica».
Grazie alla sorgente a fibra, l’impianto oltre ai normali materiali ferro ed inox, può   tagliare  anche metalli riflettenti alla radiazione infrarossa, quali alluminio, ottone e rame, generalmente molto difficili da lavorare con le sorgenti tradizionali.
«Questo ci ha permesso di ampliare le applicazioni e di acquisire commesse in settori di sbocco nuovi, per esempio il meccanotessile, l’arredamento, quello della pulizia industriale, degli scambiatori di calore, ecc.». «Un altro importante elemento da valutare – riprende Del Col – è quello della pulizia. Grazie al laser non è necessario adoperare liquidi lubrorefrigeranti né macchine utensili di ripresa, e quindi non vengono generati fumi, polveri e sporco, il che permette una gestione del lavoro molto più ordinata e pulita». E ancora: la macchina può lavorare senza il costante presidio del personale addetto, e la sua programmazione è semplificata grazie a specifici software CAD/CAM dedicati che leggono il disegno tecnico del prodotto finale e realizzano il taglio laser senza ulteriori interventi.
Remigio Del Col conclude: «Il nuovo “taglio tubi” è la seconda macchina laser a fibra che inseriamo all’interno dei nostri reparti produttivi, con significativi vantaggi in termini di risparmio energetico, flessibilità, velocità, precisione. In questo modo riusciamo a differenziarci sul mercato e a essere ancor più competitivi».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here