Il primo nanolaser liquido

0
Teri W. Odom
Teri W. Odom
Teri W. Odom

Gli scienziati della Northwestern University hanno sviluppato il primo laser liquido su scala nanometrica. Il laser è sintonizzabile in tempo reale, cioè è possibile produrre rapidamente e semplicemente diversi colori, una caratteristica unica di grande utilità. La tecnologia laser potrebbe consentire applicazioni pratiche, per esempio nella diagnostica medica. Per capire il concetto, immaginate un puntatore laser il cui colore può essere cambiato semplicemente modificando il liquido all’interno, invece di avere bisogno di un puntatore laser differente per ogni colore desiderato.
Oltre a cambiare colore in tempo reale, il liquido nanolaser ha ulteriori vantaggi: è semplice e poco costoso da produrre e funziona a temperatura ambiente. Per ora i laser nanoscopici – scoperti nel 2009 – si usano solo nei laboratori di ricerca, ma sono di grande interesse per la tecnologia e le applicazioni militari. “Il nostro studio ci permette di pensare a nuovi modelli di laser e al loro impiego” commenta Teri W. Odom, che ha guidato la ricerca. “Il mio laboratorio si concentra sulla ricerca di nuovi materiali e strutture e modi inediti di metterli insieme con lo scopo di realizzare cose ancora inimmaginate”. Il liquido nanolaser in questo studio non è un puntatore laser, ma un dispositivo laser su un chip. Il colore laser può essere cambiato in tempo reale quando viene modificato il colorante liquido nel canale microfluidico sopra la cavità laser. Quest’ultima è costituita da una matrice di nanoparticelle di oro riflettente, in cui la luce è concentrata intorno a ogni nanoparticella e poi amplificata. Al contrario delle cavità laser convenzionali, qui non sono necessari specchi per la luce per rimbalzare avanti e indietro. I laser molto piccoli hanno parecchi vantaggi: si possono usare come fonti di luce sul chip per circuiti integrati optoelettronici o nell’immagazzinamento di dati ottici e litografia; possono funzionare in modo affidabile a una lunghezza d’onda; e dovrebbero essere in grado di operare molto più velocemente rispetto ai laser convenzionali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here