Il futuro appartiene ai motori elettrici

0
Veicoli elettrici meno costosi

Veicoli elettrici meno costosiLa maggior parte dei progetti dei motori elettrici per veicoli commerciali è ferma a livello di prototipo o troppo costosa. Questo perché mancano tecnologie adatte per la produzione in serie. Ma ora le cose potrebbero cambiare, grazie al progetto ESKAM (Electric, Axle Scalable Axle Module), patrocinato dal Ministero federale tedesco dell’Istruzione e della ricerca. Undici partner, tra cui l’Istituto Fraunhofer e il Forming Technology IWU di Chemnitz, stanno sviluppando un modulo di trasmissione per veicoli commerciali e contemporaneamente stanno lavorando alla realizzazione delle tecnologie necessarie alla produzione di serie con l’obiettivo di tagliare i costi di produzione fino al 20 per cento. Di solito, la fabbricazione degli alberi di trasmissione richiede procedure costose che lasciano materiale in eccesso inutilizzato. I ricercatori invece hanno scelto catene di produzione brevi e metodi che consentono una maggiore efficienza dei materiali. Come spiega Hans Bräunlich, project manager dell’IWU: “Abbiamo attuato un processo che permette di utilizzare praticamente tutto il materiale, riducendo i costi dei materiali di circa il 30 per cento e diminuendo il peso complessivo dei componenti”. Le ruote dentate sono realizzate usando un processo differente chiamato gear-rolling che non producendo trucioli metallici, non spreca materiale.
Il modulo di trasmissione ha una densità di potenza e una coppia molto elevata, che si traducono in un’ottima capacità di accelerazione. Inoltre raggiunge i 20.000, mentre la maggior parte dei motori elettrici arriva a circa 10.000-15.000 giri al minuto. L’impiego dell’albero di trasmissione non è limitato ai veicoli commerciali. “Dal momento che è scalabile, possiamo usarlo in tutto, dai piccoli furgoni e veicoli municipali, ad autobus e camion”, dice Bräunlich. I singoli moduli sviluppati dai vari partner sono pronti per andare in produzione. Nella fase successiva, il consorzio assemblerà le singole parti per poi realizzare una vera e propria vettura di test entro la fine del 2015.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here