Heat storage ceramic: stoccare l’energia termica

0
Credit: © 2015 Shin-ichi Ohkoshi
Credit: © 2015 Shin-ichi Ohkoshi
Credit: © 2015 Shin-ichi Ohkoshi
Credit: © 2015 Shin-ichi Ohkoshi

Un nuovo materiale capace di immagazzinare l’energia termica per un periodo prolungato. A scoprirlo i ricercatori dell’Università di Tokyo che l’hanno chiamato heat storage ceramic, proprio perché può essere usato per lo stoccaggio di calore nei sistemi di generazione di energia termica solare o per un uso efficiente del calore residuo industriale, consentendo di riciclare l’energia termica; il materiale infatti rilascia l’energia immagazzinata su richiesta mediante l’applicazione di pressione debole. Composto da soli atomi di titanio e di ossigeno, questo materiale può assorbire e rilasciare una grande quantità di energia termica (230 kJ L-1) che lo rende un candidato ideale per l’impiego nei sistemi di generazione elettrica di calore solare promossi dai Paesi europei. La ceramica di accumulo termico può trovare applicazione nei dispositivi elettronici avanzati come fogli sensibili alla pressione, termofori riutilizzabili, sensori di conducibilità sensibile alla pressione, memorie ReRAM e ottiche

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here