Georg Martin: i kit di mini-assemblaggio sostituiscono la rettifica

0

In molti schizzi di montaggio e disegni tecnici si legge “Regolare durante il montaggio”. Al fine di evitare che ne risulti una procedura lunga e fastidiosa, la Georg Martin, azienda tedesca fornitrice, offre ora nella sua linea di prodotti M-Tech P kit per il mini-assemblaggio confezionati per la compensazione efficiente delle tolleranze nel montaggio di elementi conformemente alle esigenze dei clienti e all’utilizzo previsto. L’utilizzatore riceve un set personalizzato di fogli per la regolazione di precisione esattamente impostati su ogni punto di giunzione che possono essere impiegati, a seconda delle esigenze, durante il montaggio o la manutenzione. Questo può scegliere liberamente tra kit per il mini-assemblaggio con fogli in acciaio inox, acciaio, metalli non ferrosi o materiali multistrato con spessori singoli compresi tra 10 µm e diversi millimetri. Anche per quanto riguarda la quantità, lo scaglionamento, la sequenza, la geometria e addirittura il mix di materiali, Martin lascia al cliente massima libertà di scelta. Inoltre, i kit di mini-assemblaggio sono disponibili anche come “calendari a strappo” con incollaggio puntuale, lungo i bordi o sciolto.

Nel settore della logistica, dalla produzione al montaggio, fino a giungere alla manutenzione, l’impiego correttamente impostato dei nuovi kit di mini-assemblaggio di Martin può sostituire completamente le costose procedure meccaniche di compensazione come, ad esempio, la rettifica. Grazie alla loro semplicità di utilizzo (niente pelatura!) oltre che al loro elevato grado di precisione, i set di spessori metallici realizzati su misura sono ideali per l’applicazione di processi di montaggio snelli ed efficienti nei settori come la tecnologia di azionamento, la meccanica e quello automobilistico.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Se l’impiego di kit di mini-assemblaggio viene preso in considerazione già durante lo sviluppo di un elemento, tutti i processi successivi beneficeranno della preparazione dei lavori, dalla produzione al servizio di riparazione ed after-market. Successivamente è possibile, ad esempio, ridurre non solo il dispendio relativo al controllo delle giacenze di magazzino e del personale, ma anche gli investimenti e il parco macchine

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here