Fortatech accelera lo sviluppo dei prodotti con Proto Labs

0

P221-CS Fortatech DSC_8741 red Lo specialista svizzero di sistemi di cavi Fortatech è ora in grado di rispondere con rapidità alle richieste da parte dei suoi clienti di prototipi e pezzi di sviluppo realizzati in tempi brevi grazie alla flessibilità e all’innovatività dei servizi di Proto Labs®. Fortatech ha sede a San Gallo, nella parte nord-orientale della Svizzera, e fa parte del Gruppo Brugg.  Fortatech ha circa duemila dipendenti in tutto il mondo e fornisce sistemi di cavi all’industria automobilistica, meccanica, aerospaziale, medica e scientifica.
Ma Fortatech, pur essendo in grado di produrre fino a 200.000 unità di alcuni cavi, è molto più di un semplice produttore. “I clienti pretendono tempi di consegna brevi e un livello di flessibilità estremamente elevato che però non vada a discapito della qualità. Perciò abbiamo bisogno di fornitori in grado di offrire questo livello di eccellenza” spiega Englert. Un esempio recente riguarda lo sviluppo di uno speciale coprimolla che polarizza un cavo. La molla doveva essere circondata da un paio di semigusci che permettessero al meccanismo di scorrere all’interno del tettuccio di una cabriolet di una nota casa automobilistica sportiva di Zuffenhausen, in Germania. Il cliente aveva bisogno di cento pezzi in tempi brevi.
“Ho pensato immediatamente a Proto Labs” ricorda Zarko Andjelkovic, il project manager della divisione ingegneristica di Fortatech. “La difficoltà maggiore era data dal fatto che i pezzi dovevano essere realizzati negli stessi materiali previsti per la produzione. Non era possibile realizzare prototipi rapidi con materiali succedanei poiché questi non hanno alcuna validità in condizioni d’uso reali. Per fortuna Proto Labs ci ha offerto un livello di cooperazione eccellente”. L’idea originaria di Fortatech era quella di collegare due metà di tenuta con un sistema a staffa e nel giro di pochi giorni questo concetto è stato debitamente trasformato in realtà grazie al servizio di stampaggio a iniezione rapida Protomold® di Proto Labs.
“La risposta di Proto Labs è stata eccellente. Tuttavia durante l’assemblaggio ci siamo resi conto che questo tipo di attacco non soddisfaceva i nostri requisiti” racconta Andjelkovic.
“Sempre affidandoci a Protomold, abbiamo portato a termine in men che non si dica una seconda iterazione, fissata con saldatura a ultrasuoni, e questa volta i nostri rigorosi test di laboratorio hanno dato esito positivo. Abbiamo sorpreso il cliente consegnando in tempi record e includendo i risultati dei test e un piano di consegna per i pezzi di produzione”.
Englert condivide questo entusiasmo: “Con Proto Labs abbiamo ricevuto un’analisi gratuita che ci ha aiutati a creare un progetto orientato alla produzione nella resina desiderata. In pochi giorni abbiamo ricevuto i pezzi, di altissima precisione. E i vantaggi riguardano anche il lato economico. Il costo leggermente superiore dei pezzi diventa insignificante di fronte al costo dell’utensileria di uno stampo per la produzione in serie”.
I vantaggi del processo Protomold sono evidenti anche in un’altra applicazione di Fortatech: il supporto a sfera per l’estremità di un cavo di pochi millimetri di diametro.“Anche questo serviva per il tettuccio di una cabriolet” racconta Andjelkovic. “Purtroppo non posso dire di più perché il modello uscirà sul mercato soltanto tra due anni. In questo periodo di sviluppo, però, Protomold ci ha permesso di provare diverse soluzioni in plastica. Normalmente il pezzo viene realizzato in metallo, perciò la possibilità di produrlo in plastica, che costa meno, è molto allettante. Inoltre, la plastica elimina i possibili problemi di corrosione dati dal fatto che il cavo si muove sull’area del tettuccio e che l’assemblaggio è esposto agli agenti atmosferici”.
Fortatech ha utilizzato anche Firstcut®, il servizio di lavorazione rapida con macchine CNC di Proto Labs, ad esempio per un progetto che mette alla prova diversi materiali per componenti. “Abbiamo osservato l’adeguatezza dell’acciaio inossidabile, usato come materiale principale in alternativa a una lega di zinco fine” spiega Englert. “Il pezzo è a forma di L, è lungo pochi millimetri ed è parzialmente cavo. Il materiale in acciaio inossidabile forma l’estremità di un trefolo del cavo ed è sovrastampato in plastica. Considerati i tempi di consegna del progetto, nessuna azienda di lavorazione con macchine CNC sarebbe mai stata in grado di adattare i propri tempi alle nostre esigenze di produzione. Proto Labs, invece, ci ha fornito questi minuscoli pezzi in acciaio inox nel giro di pochissimi giorni, permettendoci di avviare i collaudi. Abbiamo poi capito che l’attacco, pur se resistente alla corrosione, offriva una trazione meno potente rispetto alla variante in zinco fine. L’utilizzo di Firstcut ci ha permesso di dare una risposta rapida e affidabile. Questo tipo di risultato non fa che migliorare ulteriormente la nostra reputazione e la soddisfazione dei clienti”. Le tecnologie uniche di Proto Labs offrono vantaggi decisivi al processo di sviluppo di Fortatech, con vantaggi conseguenti anche per gli utilizzatori finali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here