Dal Politecnico di Milano arriva una nuova tecnologia per costruire microchip magnetici non convenzionali. La novità è uno dei risultati del nuovo PoliFab, il centro per la micro e nano fabbricazione.

Con questa tecnica innovativa, chiamata tam-SPL, si possono letteralmente scrivere, cancellare e riscrivere i film magnetici contenuti nei microchip senza che il materiale subisca modifiche fisico-chimiche. Il processo consiste di cicli di riscaldamento e raffreddamento localizzati prodotti dalla punta di un microscopio atomico: il microscopio fa la scansione della zona predefinita mentre un campo magnetico esterno guida e fissa la magnetizzazione del materiale. Così diventa possibile produrre strutture e dispositivi magnetici in maniera flessibile, cosa fino ad oggi impossibile.

Le applicazioni di questa tecnologia riguardano soprattutto nuovi oggetti che sfruttano elementi magnetici attivi e che aggiungono funzionalità ai circuiti elettronici convenzionali contenuti nei microchip.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here