EPoSS: l’evoluzione europea dei sistemi smart

0
assemblea annuale di EPoSS torino

assemblea annuale di EPoSS torinoDal 24 al 26 settembre Torino (Centro Congressi Lingotto) per la prima volta ospita l’assemblea annuale di EPoSS, piattaforma che monitora su scala europea l’evoluzione tecnico-scientifica degli smart system e propone all’Unione Europea priorità di ricerca e road map per una congrua programmazione dei fondi. 130 i partecipanti attesi tra soci EPoSS, espositori, imprenditori, ricercatori, provenienti da tutta l’Europa. EPoSS sbarca nel capoluogo piemontese grazie alla Camera di commercio di Torino che ha candidato la città lo scorso anno ed è promossa nell’ambito del Progetto Integrato di Filiera (PIF) InTo Mech, gestito dal Centro Estero per l’Internazionalizzazione (Ceipiemonte) su incarico di Regione Piemonte, Unioncamere Piemonte e delle Camere di commercio di Piemonte e Valle d’Aosta, in collaborazione con MESAP, partner tecnico del PIF. “Torino, la più importante città automotive in Italia, è la location ideale per un evento EPoSS, a fronte del fatto che i maggiori progressi ottenuti nello sviluppo del settore auto sono dovuti agli “smart system”… pensiamo a tutti i sistemi di ausilio alla guida, alle soluzioni per l’ottimizzazione del processo di combustione e ancora per il miglioramento della sicurezza del veicolodichiara Carmelo Papa, Presidente di EPoSS e General Manager di ST Microelectronics.
L’evento prende il via il 24 con l’Assemblea Generale a porte chiuse, riservata ai soci EPoSS, tra i quali si contano nomi come Bosch, FCA, Continental, Fraunhofer, Hitachi Europe, Infineon, Philips, Siemens, Sorin Group, ST Microelectronics. I 2 giorni successivi includono un Forum il 25, un convegno il 26 e momenti di confronto con oltre 20 top manager di grandi industrie internazionali, centri di ricerca, mondo accademico, finanza pubblica e privata interessati allo sviluppo e all’individuazione di soluzioni smart nei settori: trasporti e mobilità, automazione di fabbrica, aerospazio, energia, ambiente, salute, comunicazione, sicurezza, micro-nano-biotecnologie. “La forza principale del Piemonte è il suo patrimonio di idee e di eccellenze professionali espresse a ogni livello, caratteristiche che l’hanno storicamente distinto come uno dei luoghi più innovativi del Paese  – spiega Giuseppina De Santis assessore alle attività produttive della Regione Piemonte Un’occasione come questa è senz’altro utile per far convergere l’attenzione internazionale sul nostro territorio, che deve migliorare la sua capacità di attrazione legata agli investimenti e allo sviluppo, così come le opportunità di ricerca e di innovazione del suo sistema produttivo”.

“La Camera di Torino in questi anni ha puntato con forza sull’attrazione di appuntamenti internazionali, sia per la capacità di accoglienza qualificata della nostra città, sia per la presenza di filiere eccellenti e competitive nei settori di interesse, come avviene in questo caso. La candidatura, proposta da Ceipiemonte e realizzata in collaborazione con Mesap, è diventata aggiudicazione grazie al nostro consueto lavoro di squadra  – aggiunge Guido Bolatto, segretario generale della Camera di commercio di Torino -. La scelta è avvenuta in occasione dell’edizione 2013 dell’evento, nella città irlandese di Cork, dove i due terzi dei membri EPoSS hanno votato per il nostro capoluogo, in competizione con la spagnola Eibare e le francesi Tolosa e Besancon”. “Il forum che si terrà il 25 settembre vedrà oltre 100 partecipanti, 30 da Torino, tra top manager, responsabili ricerca e sviluppo, responsabili innovazione, imprenditori – precisa Giuseppe Donato, presidente di Ceipiemonte -. Per il tessuto tecnologico e accademico piemontese si tratta di un’opportunità unica di contatto e confronto con i vertici di grandi industrie europee e della Commissione. In questa occasione inoltre verrà presentata in anteprima la European Roadmap Automated Driving, documento centrale elaborato da EPoSS, attraverso una task force composta da aziende e centri di ricerca di eccellenza, per la definizione dei temi su cui indirizzare le attività di ricerca e sviluppo a livello Europeo su un settore con maggior tasso di crescita nell’automotive”. Tra i protagonisti del Forum del 25: grandi industrie internazionali come STMicroelectronics, Infineon AG, Siemens, Renault, GM Powertrain, Magneti Marelli, Bosch Sensortec, Sorin, Philips, Murata, Prima Industrie, Telecom Italia, e centri di ricerca come Fraunhofer, Swerea, CEA, IK4 e Centro Ricerche Fiat. Insieme a dirigenti della Commissione Europea discuteranno delle traiettorie di sviluppo e casi applicativi dei sistemi intelligenti (smart), ovvero in grado di prevedere, attuare e controllare autonomamente diverse operazioni nella vita privata, lavorativa e industriale, ottimizzandone tempi e costi.

Il 26 settembre si terrà l’EpOSS Engagement Day, organizzato dalla Coordination Action finanziata dalla Comunità Europea “”Mobilising Expert Resources in the European Smart Systems Integration Ecosystem (EXPRESS). Verrà illustrata l’agenda strategica di ricerca (SRA) del progetto e verrà fornita una panoramica delle possibilità di finanziamento in ambito Horizon 2020 ed ECSEL JTI. Seguirà la conferenza di presentazione dei risultati conseguiti dal progetto. “Per il Mesap il progetto Express, di cui il Polo è partner, riveste una grande importanza, in quanto è stato il veicolo che ci ha consentito di entrare in Europa come rappresentanti della meccatronica italiana. Dopo gli incontri di Londra, Vienna e Bilbao, dall’appuntamento torinese ci aspettiamo un deciso passo avanti nella diffusione della conoscenza degli Smart Systems presso le nostre imprese dichiara Mauro Zangola, responsabile di Programma di MESAP.
L’evento include una zona espositiva che proporrà poster tecnici di progetti innovativi sviluppati da imprese e centri di ricerca partecipanti. Sarà presente anche la Vetrina Tecnologica del MESAP, in cui imprese e centri ricerca associati al Polo presenteranno prototipi e prodotti che impiegano sistemi smart. Altri esempi di smart system sviluppati in Piemonte nei comparti automotive, impiantistica e medicale (i tre settori chiave dell’evento) verranno esposti in un piccolo stand istituzionale del PIF InTo Mech dal titolo “Torino-Piemonte Innovation Hub“.

Il programma

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here