Dentro le aziende – Rullatura, quanti vantaggi!

0
437
Particolari rullati

La rullatura è un metodo di finitura spinta dei materiali mediante deformazione plastica, cioè senza asportazione di truciolo, utilizzata al fine di ottenere superfici perfettamente levigate. Si tratta di una tecnologia che ben si adatta all’esecuzione di viti filettate di alta qualità e rappresenta una validissima alternativa alla tecnica dell’asportazione di truciolo. Abbiamo deciso di approfondire l’argomento tecnico avvalendoci dell’aiuto di Luigi Zielo, co-titolare dell’Officina Meccanica Zielo cav. Lino S.r.l. di Colle Umberto (TV).
L’azienda, che conta attualmente 28 dipendenti, fu fondata nel 1970 dal padre, il cav. Lino Zielo, in virtù dell’esperienza maturata nell’ambito dell’alta precisione meccanica, e nel corso degli anni si è specializza nella rullatura di viti di manovra, divenendo impresa di riferimento nazionale e internazionale nel settore. Luigi Zielo spiega: «La rullatura permette di realizzare viti filettate grazie alla deformazione mediante rulli profilatori». Si tratta di un processo controllato a freddo che, per deformazione plastica del materiale, permette di ottenere una filettatura liscia in superficie e assolutamente precisa.
Per mezzo della rullatura è ottenibile una grande varietà di filetti: trapezoidali, metrici e modulari, e su una vasta gamma di materiali quali ferro, acciai, acciai inossidabili, leghe, bronzo industriale e plastica. Luigi Zielo: «I rulli che deformano il materiale hanno in genere durezza compresa tra i 59 e i 63 HRC, mentre per il materiale da lavorare a freddo la durezza non deve superare i 40 HRC, altrimenti la deformazione è impossibile». Al contrario dell’asportazione di truciolo, che lascia la superficie rigata da valli e creste, la rullatura “appiattisce” la rugosità del materiale riempiendo le valli e appiattendo le creste: ne consegue che le fibre superficiali vengono “rimodellate” e dunque la superficie è più “densa”, più resistente e di maggiore durezza. È possibile quantificare con precisione tale incremento di durezza e resistenza? «In realtà non esiste una letteratura specifica sull’argomento, nemmeno in ambito accademico. Abbiamo eseguito direttamente noi qualche studio interno per cercare di “quantificare” la differenza in termini di prestazioni meccaniche tra il prodotto eseguito per rullatura e quello realizzato per asportazione di truciolo. E in base a tali test possiamo affermare che a parità di materiale e dimensioni, le prestazioni di un componente ottenuto per rullatura rispetto all’analogo ottenuto per asportazione di truciolo sono superiori del 30%. Tale differenziale, tuttavia, non è ancora “sdoganato”. In genere i progettisti sanno di questi vantaggi ma calcolano la resistenza della vite e il carico di rottura attraverso formule storiche che non considerano il processo produttivo». Un altro aspetto molto interessante è che, grazie alla rullatura, è possibile realizzare viti molto lunghe e con costi inferiori rispetto all’asportazione di truciolo. «Vero. Noi, per esempio, grazie alla rullatura siamo in grado di realizzare viti lunghe due metri in soli pochi minuti e a costi ridotti. In generale quando il progettista pretende alta resistenza, bassissima rugosità e massima precisione, la rullatura rimane la scelta privilegiata a prescindere dalle dimensioni».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here