Il decreto 81 e la formazione

0
decreto 81 e formazione

Il D.Lgs. 81:2008, legislazione vigente in materia di Salute e Sicurezza sul Lavoro, integrato e corretto dal Decreto 106 del 2009, ha definitivamente chiarito, se mai ce ne fosse stato bisogno, l’importanza del ruolo dei Lavoratori per prevenire infortuni e malattie nelle organizzazioni.

Se da un lato è stato fortemente inasprito l’aspetto sanzionatorio, che va a colpire gli stessi Lavoratori se risultati inadempienti nonostante gli strumenti loro forniti, dall’altro il legislatore ha posto l’accento sull’importanza della Formazione garantita e fornita dal Datore di Lavoro, sino a prevedere sanzioni che prevedono anche l’interruzione dell’attività lavorativa in caso di mancata erogazione.

decreto 81 e formazione

È lo stesso Accordo Stato Regioni del 2011 che ha fissato modi e tempi della Formazione ai Lavoratori per la Sicurezza, completando quanto già fissato dai riferimenti legislativi precedenti, alcuni resi obsoleti, altri rafforzati.

È tutto l’Organigramma aziendale che ne è interessato: Datore di Lavoro, Dirigenti, RSPP (Responsabili Servizio Prevenzione Protezione) e relativi Addetti, Addetti alle Emergenze (Primo Soccorso e Antincendio), Preposti, RLS (Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza), Lavoratori. Soprattutto per questi ultimi è previsto, per la prima volta nella storia della legislazione italiana in materia di Sicurezza, un impegno formativo che vuole limitare le possibili diverse percezioni del rischio, esaltando partecipazione e condivisione.

Obiettivo difficile da perseguire, reso ancora più arduo da un quadro legislativo che prevede, a seconda dei rischi organizzativi, da 8 a 16 ore di Formazione per tutti i Lavoratori, qualunque sia la loro forma contrattuale, valevole per cinque anni, se non intervengono importanti modifiche organizzative, quali cambi mansione, e legislative.

La Formazione è obbligatoria, sia per chi la fornisce sia per chi la riceve, e deve prevedere un momento finale di verifica dell’apprendimento, che la distingue dalla semplice, seppur altrettanto importante, Informazione.

Diventa importante il ruolo dei responsabili della Formazione aziendale, che devono aggiornare costantemente i fascicoli dei Lavoratori, verificandone eventuali lacune non rilevate in precedenza.

Così come una stretta collaborazione tra i “Responsabili della Sicurezza” e i Lavoratori e i loro Rappresentanti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here