Credito d’imposta per ricerca e sviluppo

0
Fondo di Garanzia per le PMI: uno strumento che funziona

Fondo di Garanzia per le PMI: uno strumento che funzionaLa legge agevola le spese di ricerca sostenute a partire dal 2015 e fino al 2019 incrementali rispetto alla media degli esercizi (periodi d’imposta) 2012-2014. La percentuale di agevolazione è così differenziata: 50% sulla spesa incrementale relativa a personale altamente qualificato e contratti di ricerca; 25% sulla spesa incrementale relativa a quote di ammortamento e competenze tecniche/privative industriali. Possono accedere al credito di imposta le imprese localizzate su tutto il territorio nazionale, indipendentemente dalla dimensione, dalla forma giuridica e dal settore economico. Il credito d’imposta è riconosciuto, fino ad un importo massimo annuale di 5 milioni di euro per ciascun beneficiario, a condizione che siano sostenute spese per attività di ricerca e sviluppo almeno pari a 30.000 euro. Il credito d’imposta dovrà essere indicato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta nel corso del quale sono stati sostenuti i costi agevolati. Il credito non concorre alla formazione del reddito dell’impresa né dell’Irap.

Scadenza: 31.12.2019

Per informazioni: www.sviluppoeconomico.gov.it

 

Se sei GIA’ abbonato accedi all’area riservata e continua a leggere clicca qui
Se NON sei abbonato vai alla pagina degli abbonamenti clicca qui

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here