Così leggero, così efficiente: presentiamo il TiAl

0

L’alluminuro di Titanio, noto come TiAl, è un materiale intermetallico composto da Titanio e Alluminio. In realtà sono noti tre composti intermetallici Titanio-Alluminio: γ-TiAl, α2-Ti3Al e TiAl3. Di questi è γ-TiAl quello che ha ricevuto più attenzione e ha trovato maggiori applicazioni grazie alle eccellenti proprietà meccaniche, alla resistenza all’ossidazione e alla corrosione a temperature elevate, sopra 600 °C. Non solo: la bassa densità del TiAl (circa 4 g/cm3) permette di incrementare il rapporto spinta-peso nei motori aeronautici, rendendo dunque questo materiale estremamente interessante nell’aeronautica sia civile, sia militare, oltre che nel settore automobilistico o laddove sono gradite caratteristiche di leggerezza. A titolo di esempio, le SuperLeghe base Nichel, considerate un materiale «leggero», hanno una densità pari circa al doppio rispetto al TiAl.
In realtà le leghe TiAl non sono una novità, dato che il loro sviluppo iniziò circa 40 anni fa, ma è solo la recente spinta verso la ricerca tecnologica per la riduzione del peso, pur mantenendo inalterata l’efficienza meccanica, che ha portato allo studio e sviluppo di nuovi materiali leggeri, alto-prestazionali, anche ad alte temperature, e il terzo millennio è iniziato con reali applicazioni del composto intermetallico TiAl, in particolare grazie allo sviluppo dell’additive manufacturing.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here