Componenti stampati in 3D per l’A350 XWB

0
Airbus ha costruito oltre 1000 parti di aereo sui sistemi di produzione 3D FDM Stratasys da utilizzare sul primo aeromobile A350 XWB
Airbus ha costruito oltre 1000 parti di aereo sui sistemi di produzione 3D FDM Stratasys da utilizzare sul primo aeromobile A350 XWB

Stratasys, affermata realtà di soluzioni di stampa 3D e fabbricazione additiva, ha annunciato che Airbus, il colosso europeo dell’aeronautica, ha costruito oltre 1000 parti di aereo sui sistemi di produzione 3D FDM Stratasys, poi utilizzate sul primo aeromobile A350 XWB consegnato lo scorso dicembre 2014. Le parti stampate in 3D sono state impiegate al posto dei componenti realizzati secondo processi di produzione tradizionali per aumentare la flessibilità della supply chain e consentire ad Airbus di rispettare i tempi di consegna pattuiti. Airbus ha avviato lo sviluppo e la certificazione di parti stampate in 3D con sistemi Stratasys già nel 2013, nel quadro delle attività di riduzione dei rischi di programmazione. Attività che si sono rivelate estremamente preziose per il programma A350 XWB, evidenziando i vantaggi chiave offerti dalla stampa 3D nel settore manifatturiero.

Airbus ha costruito oltre 1000 parti di aereo sui sistemi di produzione 3D FDM Stratasys da utilizzare sul primo aeromobile A350 XWB
Airbus ha costruito oltre 1000 parti di aereo sui sistemi di produzione 3D FDM Stratasys da utilizzare sul primo aeromobile A350 XWB

Le parti sono state stampate in 3D con il termoplastico ad alte prestazioni ULTEM™ 9085 per sistemi FDM, certificato secondo le specifiche Airbus dei materiali. L’ULTEM 9085 offre un alto rapporto resistenza/peso ed è conforme ai requisiti FST (Flame, Smoke and Toxicity o anche Fiamma, Fumo e Tossicità) per applicazioni all’interno di aeromobili. Queste caratteristiche permettono ad Airbus di produrre parti leggere, ma estremamente resistenti, riducendo in misura significativa tempi e costi di produzione. “Siamo lieti che le soluzioni Stratasys di fabbricazione additiva siano state scelte da Airbus per il proprio velivolo di punta, l’A350 XWB. Entrambe le società condividono la stessa visione di applicare le tecnologie più innovative allo sviluppo e alla produzione per generare un vantaggio competitivo,” ha affermato Dan Yalon, Executive Vice President, Business Development, Marketing & Vertical Solutions per Stratasys. “Le nostre soluzioni di fabbricazione additiva sono in grado di produrre parti complesse on-demand, assicurando il rispetto dei tempi di consegna e ottimizzando al contempo la supply chain. La fabbricazione additiva migliora inoltre enormemente il rapporto buy-to-fly, cioè il rapporto tra il peso del materiale impiegato per la realizzazione del componente grezzo e il peso del componente finito, perché si spreca molto meno materiale rispetto ai metodi di fabbricazione convenzionali. Stratasys auspica di poter continuare ad apportare questi ed altri vantaggi ad Airbus nel prosieguo di questa collaborazione ed è lieta di far parte dell’iniziativa di Airbus ‘Factory of the Future’ che delineerà la fabbrica del futuro”. Importanti aziende in svariati settori, dall’aerospaziale all’automotive, dai beni di consumo al medicale, hanno avviato relazioni con Stratasys per l’adozione di strategie di fabbricazione additiva. Come alternativa innovativa ai metodi di fabbricazione convenzionali, la fabbricazione additiva di Stratasys permette la produzione digitale di parti originali e sostitutive nelle sedi più idonee, riducendo sia lo spreco di materiale, che i costi di gestione del magazzino. Adottando la fabbricazione additiva lungo l’intero ciclo di vita del prodotto le aziende possono ridurre i costi operativi, accelerare il time-to-market, decentralizzare la produzione e aggiungere funzionalità innovative al prodotto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here