COME ESPORTARE A CASA DEL CLIENTE?

0
284

Il controllo della catena logistica come leva di competitività delle PMI nei mercati internazionali
Fiere di Parma, venerdì 22 marzo, 10:00 13:00
La debole struttura del sistema logistico italiano è uno dei  fattori che minano la competitività industriale del nostro Paese. Per l’Italia, che resta ancora un sistema economico con una forte propensione manifatturiera e con una matrice aperta al commercio internazionale, la qualità del sistema logistico è ancora più strategica.Il convegno “Come esportare a casa del cliente”, organizzato dalla rivista Logistica in collaborazione con Mecspe e moderato dal professor Fabrizio Dallari direttore della pubblicazione edita dal Gruppo Editoriale Tecniche Nuove, offrirà un’imperdibile occasione per discutere con gli addetti ai lavori quali sono le condizioni per mantenere il controllo lungo la catena logistica, sia in fase di export che di import. Verranno altresì proposti modelli operativi concreti, esemplificati attraverso alcune case history di successo. Dalle pratiche doganali, alle condizioni di resa, dal credito documentale al rimborso di dazi e accise.
La debole struttura del sistema logistico italiano è uno dei  fattori che minano la competitività industriale del nostro Paese. Per l’Italia, che resta ancora un sistema economico con una forte propensione manifatturiera e con una matrice aperta al commercio internazionale, la qualità del sistema logistico è ancora più strategica. Un Paese che offre un telaio di servizi logistici adeguati dal punto di vista competitivo consente alle industrie di poter attingere a vantaggi comparati che determinano un valore aggiunto competitivo. Al contrario, un costo logistico più elevato rispetto ai concorrenti, e una qualità inferiore dei servizi erogati, “costringe” le aziende ad assumere decisioni di offshoring o a pagare un extracosto di inefficienza logistica. In passato, la scelta prevalente è stata quella di delegare le funzioni del trasporto e della logistica. Il modello di vendita dei prodotti per l’esportazione da parte delle aziende italiane, soprattutto di quelle di media e piccola dimensione, ha privilegiato il meccanismo del “franco fabbrica” rispetto al “franco destino”, consegnando così la gestione di una parte rilevante del valore aggiunto derivante dalla logistica agli importatori, che hanno orientato le proprie scelte verso le multinazionali del settore, di matrice prevalentemente estera. Si è creato in questo modo un circolo vizioso, che da un lato ha penalizzato la crescita di un’industria logistica italiana e dall’altra ha privato il sistema industriale di un sensore per la penetrazione sui mercati internazionali. Con le trasformazioni recenti, il quadro è cambiato: la dimensione geografica dei mercati è diventata più complessa, e la logistica, da funzione di supporto, si è progressivamente evoluta in strumento di posizionamento sui territori, leva attraverso la quale conoscere meglio le reti distributive. Il convegno “Come esportare a casa del cliente”, organizzato dalla rivista Logistica in collaborazione con Mecspe e moderato dal professor Fabrizio Dallari direttore della pubblicazione edita dal Gruppo Editoriale Tecniche Nuove, offrirà un’imperdibile occasione per discutere con gli addetti ai lavori quali sono le condizioni per mantenere il controllo lungo la catena logistica, sia in fase di export che di import. Verranno altresì proposti modelli operativi concreti, esemplificati attraverso alcune case history di successo. Dalle pratiche doganali, alle condizioni di resa, dal credito documentale al rimborso di dazi e accise.
Le relazioni
Nel momento in cui scriviamo il programma è ancora in fase di definizione, ma i temi e la maggior parte dei relatori sono stati scelti e non mancheranno di suscitare interesse e dibattito. Dopo un’introduzione sulle strategie messe in campo e suggerite alle Pmi per affrontare con successo le sfide dell’internazionalizzazione, Alfonso Santilli di Credimpex parlerà di “Rese Incoterms: rischi e opportunità per le PMI”seguito da Paolo Federici di Fortune International che esporrà la relazione “Esportare il vino in Cina a 1 € a bottiglia”. “Il ruolo dei Cad per il sistema economico nazionale” è l’argomento scelto da Tauro Stella di Cad Stella, mentre Alessio Barbazza dei Magazzini Generali Brianza illustrerà “Soluzioni innovative di Import Logistics”. Chiuderà il convegno una relazione su “L’outsourcing collaborativo delle attività di sdoganamento: il caso Interpump”.
La partecipazione all’evento sarà a titolo gratuito previa iscrizione alla fiera sul sito www.mecspe.com
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here