Auto dell’anno: 140kg più leggera

0

Nominata “Auto dell’anno” europea per il 2014, la Peugeot 308 è stata accolta dagli operatori del settore come un punto di riferimento per il design e l’ingegneria ed è stata elogiata per la sua efficienza e la sua struttura veramente leggera. Queste caratteristiche sono state ottenute attraverso l’uso intensivo di materiali compositi, la riprogettazione delle aree di impatto e lo sviluppo di un piano di seduta universale e altri elementi fondamentali realizzati utilizzando il materiale leggero ARPRO®.

L’introduzione di queste modifiche nella 308 ne ha migliorato la sicurezza e le prestazioni e ha permesso di ridurre il consumo di carburante e le emissioni di CO2. ARPRO – utilizzato per ben sei applicazioni all’interno della 308 – è considerato uno degli elementi che ha maggiormente influito sulla notevole riduzione del peso complessivo dell’auto. Il nuovo piano di seduta integrato è stato interamente realizzato in ARRPO, materiale che consente la creazione di una struttura sottile e modulare.

La nuova struttura in ARPRO ha permesso ai designer di Peugeot di applicare l’innovativo piano di seduta a tutti i modelli della serie, risparmiando sul peso, sui tempi e sui costi derivanti dalla creazione di strutture diverse per ogni modello. Grazie ad ARPRO è stato possibile ridurre il peso di 2 kg.

Complessivamente, l‘attuale modello è più leggero di 140 kg rispetto alla precedente 308 e ha anche ottenuto un punteggio Euro NCAP di 5 stelle per la sicurezza dei passeggeri, di 4 stelle per la sicurezza dei bambini e di 3 stelle per la sicurezza dei pedoni. Questi risultati non sarebbero stati raggiunti senza una visione proiettata verso la semplificazione e l’ottimizzazione del design – attraverso l’impiego di applicazioni innovative mirate alla riduzione del peso in diverse aree dell’automobile – senza però sacrificare la resistenza o lo spazio. La durevolezza, le prestazioni in caso di impatto e l’ineguagliabile leggerezza hanno fatto di ARPRO il materiale perfetto per passare dalla visione dei progettisti Peugeot all’auto finita.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per quanto riguarda il comfort e la sicurezza del conducente, Peugeot ha utilizzato ARPRO per la creazione di protezioni per le ginocchia e di pedane sottotappeto. Utilizzato come pedana, ARPRO fornisce una base robusta e adattabile, capace di resistere alla pressione applicata dal conducente e garantire un elevato livello di sicurezza senza compromettere lo spazio. Anche le protezioni per le ginocchia presenti in prossimità del volante sono state riprogettate grazie ad ARPRO, che ha permesso di realizzare un design più compatto creando più spazio per il conducente e mantenendo la capacità di assorbimento degli impatti richiesta. Questa soluzione salvaspazio è stata applicata anche al bagagliaio dell’auto, dove un unico componente in ARPRO alloggia la ruota di scorta e crea un’area piatta per il carico bagagli.

Un’altra sfida che Peugeot ha dovuto affrontare è stata quella di trovare un’alternativa al suo metodo tradizionale di produzione dei poggiatesta. Il peso dei 5 poggiatesta può influire sul peso complessivo dell’auto: l’uso del tradizionale metodo di stampaggio a iniezione rende il tutto più pesante e richiede l’applicazione di uno strato più spesso per il comfort del passeggero. Per questo motivo, Peugeot ha valutato diversi criteri eseguendo dei whiplash test (che simulano un tamponamento per valutare quanto un poggiatesta sia in grado di proteggere da un colpo di frusta) e, ancora una volta, ARPRO è risultato essere la soluzione migliore; tre volte più leggero della plastica stampata a iniezione, ciascun poggiatesta in ARPRO pesa solo 29g.

Peugeot ha curato tutto nei minimi dettagli: la nuova 308 offre un’esperienza di guida incredibilmente reattiva e controllata. Questo significa che le prestazioni e l’esperienza di guida sono perfettamente bilanciate, perfino nei rumori e nelle sensazioni.
Grazie alla grande capacità di isolamento acustico, di riduzione delle vibrazioni e della ruvidità (NVH), oltre che alla sua versatilità, ARPRO è stato impiegato non solo per componenti e strutture, ma anche come materiale di protezione per il motore e di isolamento dalle vibrazioni.

Utilizzando ARPRO sotto al cofano – due pezzi per un peso totale di 58g – Peugeot ha ottenuto prestazioni strutturali eccellenti e un’ottima riduzione del rumore. ARPRO è stato in grado di modificare la frequenza dominante, pur garantendo al conducente l’esperienza di guida di un’auto potente.

Paul Compton, presidente e CEO di JSP per Europa, Medio Oriente e Africa, ha dichiarato: “L’impiego diffuso di ARPRO all’interno della nuova 308 dimostra le esclusive capacità di adattabilità e versatilità che lo caratterizzano. Con ben sei applicazioni all’interno dell’auto, Peugeot ha dimostrato che i processi di fabbricazione e progettazione del settore automobilistico stanno cambiando e anche che oggi esistono validissime alternative ai metodi tradizionali”.
“ARPRO ha aiutato a ridefinire l’approccio dei designer automobilistici nella progettazione di un nuovo modello. Con questo nuovo materiale, i designer non sono più costretti a progettare piani di seduta su misura per ognuna delle configurazioni dell’auto, né devono cedere a compromessi relativi alle caratteristiche o allo spazio. Al contrario, un materiale come ARPRO permette di creare facilmente nuovi design e aumentare l’efficienza. Tutto ciò ha permesso alla Peugeot 308 di essere più leggera e più robusta affermandosi come un punto di riferimento in campo automobilistico”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here