Calzature antinfortunistiche, cosa c’è da sapere

0

Le calzature antinfortunistiche sono fondamentali nei luoghi di lavoro dove i lavoratori hanno la necessità di proteggere i propri piedi dai rischi a cui possono essere soggetti, quali schiacciamento, scivolamento, urti, tagli, umidità, temperatura, chimici, biologici, ecc.

Queste sono alcune delle possibili caratteristiche, relative alla sicurezza, che delle buone scarpe antinfortunistiche devono possedere:

– tomaio resistente allo strappo e alla flessione

– fodere resistenti allo strappo e all’abrasione

– suola resistente all’abrasione, alle flessioni, all’idrolisi, agli idrocarburi

– resistenza al distacco di tomaio/suola

– resistenza alla corrosione dei puntali metallici

– protezione dal rischio di scivolamento

– resistenza del battistrada agli oli minerali

– protezione delle dita del piede con puntale in acciaio resistente all’impatto fino a 200 Joule

Le si differenziano in relazione alle esigenze specifiche di utilizzo e alle caratteristiche corrispondenti richieste. La scelta del corretto dispositivo di protezione dei piedi dipende dalla mansione del Lavoratore, dalle caratteristiche delle stesse e dai rischi presenti nei luoghi di lavoro.

Sono individuate due classi principali, in base al materiale del corpo della calzatura: il Tipo I: calzature di cuoio o altri materiali, escluse le calzature interamente in gomma o in polimero, ed il Tipo II: calzature interamente in gomma o in polimero.

Le classi I e II si possono distinguere in 3 categorie (di sicurezza, di protezione, da lavoro, cui corrispondono le sigle S, P, O, derivanti dalle definizioni in inglese) in base alle caratteristiche di protezione, definite da norme tecniche separate: la differenza fra i tre tipi è data, in sostanza, dal diverso grado di protezione del puntale (assente in quelle da lavoro ed in grado invece di assorbire la caduta di un peso di 20 kg da un’altezza di 1 metro, in quelle di sicurezza. Dato che gli scivolamenti e le cadute sono tra le maggiori cause di infortunio sul lavoro, tutte le calzature antinfortunistiche (classe I o II) devono essere resistenti allo scivolamento.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here