Biocarburanti, nuovi catalizzatori dall’alluminio

0
catalizzatori ad allumina per biocarburanti da fogli di alluminio

Il chimico Ashmed Osman ha scoperto un nuovo modo per ottenere catalizzatori da impiegarsi per la produzione di biocarburanti, il metodo prevede l’utilizzo di allumina, prodotto ottenibile tramite il riciclo di fogli di alluminio.

Catalizzatori per biocarburanti da fogli di alluminio riciclati

Produrre biocarburanti ecologici tramite catalisi non è un processo nuovo, è infatti possibile impiegare l’anidride carbonica per produrre metanolo; tutti questi processi condividono gli stessi vantaggi e difficoltà. Da un lato riducono di problemi di inquinamento: permettono infatti di ridurre la dipendenza dai carburanti fossili e di riciclare sostanze che altrimenti sarebbero difficili da smaltire; dall’altro lato sono però subordinati all’azione di un materiale catalizzatore che solitamente è costoso o raro.

Il professor Osman, chimico della Queen’s University’s School of Chemistry and Chemical Engineering di Belfast, ha scoperto un modo per produrre un catalizzatore riciclando i fogli di alluminio, riducendone sensibilmente il costo di mercato.

Il catalizzatore ad allumina di Osman

La ricerca di Osman è partita dal fatto che ogni anno, solamente nel Regno Unito, vengono buttate circa 20 tonnellate di alluminio e la maggior parte di esse non viene riciclata ma finisce in discarica o in inceneritore. (Dato della Queen’s University di Belfast).

Osman è riuscito a sviluppare un nuovo modo di cristallizzazione che permette di ottenere cristalli di sali di alluminio puri da fogli derivanti dall’utilizzo alimentare. Per ottenere i cristalli il foglio viene immerso in una soluzione acida, successivamente, tramite precipitazioni di ammoniaca, si ottengono i sali di alluminio.

Tali sali vengono impiegati da Osman per creare il catalizzatore ad allumina (un ossido di alluminio). Il catalizzatore così scoperto accelera le reazioni che producono un biocarburante pulito e non tossico: l’etere dimetilico.

Il bilancio della ricerca di Osman

Fino alla scoperta di Osman tali catalizzatori per biocarburanti erano prodotti prevalentemente in Bauxite; questo materiale, estratto principalmente in India, Australia ed Africa Occidentale, arriva a costare circa 400 dollari al chilo. Con il processo appena descritto invece è possibile ottenere un chilogrammo di allumina con circa 150 dollari.

Inoltre l’allumina, in virtù della sua stabilità termica, chimica e meccanica può trovare impiego come assorbente, come materiale per il taglio e trovare inoltre applicazioni nella chirurgia e nella fabbricazione di dispositivi elettronici.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here