Il mercato italiano dell’acciaio

Nel corso della tavola rotonda che ha chiuso i lavori per la presentazione di “Bilanci d’Acciaio 2017” si è parlato della situazione del mercato italiano dell’acciaio. Quello che è emerso da tale iniziativa è che la filiera siderurgica sta attraversando un momento moderatamente positivo che dovrebbe proseguire anche per l’anno prossimo.

Per quanto concerne il 2017 è previsto un miglioramento dei risultati sia nel fatturato sia nella marginalità, come afferma Antonio Marcegaglia; il presidente dell’omonimo gruppo rassicura anche sulla situazione dell’Ilva giustificando i tempi lunghi dell’Antitrust europeo, ritenuti comunque nella norma e ribadendo il fatto che l’Ilva, inteso come asset strategico del Paese, va salvata.

Alessandro Banzato, AD di Acciaierie Venete, si è concentrato sulla situazione di Piombino dove la partita è ancora aperta dopo che la proposta di acciaierie venete è stata rifiutata in quanto riguardava solo i laminatoi. Riferendosi alla situazione macroeconomica italiana invece Banzato ha affermato come l’attuale situazione di ripresa possa finalmente aprire la strada degli investimenti.

Mariacristina Fribaudi, Amministratore Unicod i Keyline, afferma che la situazione potrebbe ulteriormente migliorare se si riuscisse a riportare giovani e donne in fabbrica, mentre Marco Mandelli, responsabile Corporate and Investment Bank di Ubi Banca, auspica una revisione delle componenti di coso e delle modalità alternative al debito bancario nel settore dell’acciaio.

I vincitori del concorso “Bilanci d’Acciaio 2017”

I partecipanti sono stati suddivisi in 8 categorie; ognuna di esse rappresenta una fase del ciclo dell’acciaio, dalla produzione, alla trasformazione, alla commercializzazione e ai servizi. Per essere inclusi nello studio di Bilanci d’Acciaio è necessario, per l’anno 2016 un valore della produzione superiore ai 2 milioni di euro.

I parametri utilizzati dalla giuria, presieduta dal prof. Carlo Teodori, professore ordinario del Dipartimento di Economia & management dell’Università degli studi di Brescia, sono:

  • Tasso di redditività complessiva
  • Tasso di marginalità sulle vendite
  • Redditività delle vendite
  • Incidenza degli oneri finanziari sull’ EBITDA
  • Rapporto di indebitamento complessivo
  • Tasso di crescita del fatturato

Produzione di acciaio

Vincitore: Siderurgica Triestina srl.

Impresa che orbita nel Gruppo Arvedi e proprietaria di Ferreria di Servola dal 2014. Attualmente Siderurgica Triestina è impiegata in un progetto di riqualificazione di tale sito con l’avvio della laminazione a freddo.

Prima trasformazione

Vincitore: Tubisteel Srl.

Con sede a Schio (VI), Tubisteel produce tubi saldati anche di grandi dimensioni in inox austenitico duplex, super duplex, titanio e leghe di nichel. E’ attiva principalmente nei settori  dell’energia e della chimica.

Trafilerie

Vincitore: Trafileria Lecchese Srl.

Fondata nel 1966 ad Olginate (LC), Trafileria Lecchese si occupa della realizzazione di fili in acciaio in medio ed alto tenore dei carbonio. Con gli anni è divenuta anche punto di riferimento nella produzione di molle e funi.

Distribuzione

Vincitore: Olivini Giuseppe Spa.

Società parte dell’Olivini Group spa con sede a Flero. Commercia principalmente profili strutturali in inox quali travi, UNP, e T laminati a caldo, saldati al laser ed estrusi.

Forgiatura

Vincitore: Lucchini RS spa.

Specializzata nella produzione di materiale rotabile, Lucchini RS ha sede operativa a Lovere, dove sono presenti impianti integrati per la produzione e forgiatura dell’acciaio.

Fonderie

Vincitore: OMS saleri spa.

OMS Saleri ha sede ad Odolo (BS) ed opera principalmente nella produzione di valvole a sfera per il settore oil&gas.

Centro servizo

Vincitore: Meccanica Trafilati Martin srl.

Società parte del gruppo ORI Martin, è specializzata nella foratura profonda delle barre per il settore automotive.

Commercio di rottame e ferroleghe

Vincitore: Ecolfer srl.

Nata negli anni 50 con sede a La Salute di Livenza (VE), Ecolfer si occupa della raccolta, selezione e riciclo di rottami ferrosi. Questa è la terza volta che viene premiata nel concorso Bilanci d’Acciaio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here