Auto solare: Scm Group partner del progetto Onda Solare

0

L’auto solare Emilia 3, sviluppata da Csm Group nel corso del 2016 Emilia 3 ha collezionato importanti risultati come la vittoria del Moroccan Solar Race Challenge, il secondo posto alla Carrera Solar Atacama (Cile) e il terzo posto nella European Solar Challenge, una “24 ore” corsa sul circuito di Zolder, in Belgio. Qui la vettura dell’Università di Bologna, realizzata in collaborazione con importanti sponsor come la Regione Emilia-Romagna, ha conquistato il terzo posto, battendo una delle Tesla Model S in gara.

Facendo un passo indietro nel tempo, l’auto elettrica alimentata da pannelli solari ha partecipato e rappresentato l’Italia al World Solar Challenge, disputato in Australia nel 2013, che rappresenta una sorta di campionato mondiale per veicoli solari a cui prendono parte le più prestigiose università del mondo (Mit, Berkeley, Cambridge, Stanford, Deft, Tokai e Toronto).

La gloriosa carriera dell’ auto solare Emilia 3 sta terminando e si sta realizzando la nuova vettura, che nell’ottobre di quest’anno parteciperà alla World Solar Challenge in Australia con l’intenzione di stupire.

Il rinnovato veicolo nasce dal progetto Onda Solare il cui obiettivo è la creazione, in meno di due anni, di un’automobile solare dalle straordinarie innovazioni.

Rispetto ad Emilia 3, la nuova vettura presenta un design del tutto differente, frutto di una gara internazionale, che ha portato alla creazione di una “cruiser” che potrà trasportare 4 persone con caratteristiche tecniche di altissimo livello. Il nuovo veicolo solare avrà una superficie di 5mq ricoperta da pannelli solari, peserà meno di 230 kg, potrà raggiungere i 120 km/h e avere un’autonomia di 500 chilometri.

Onda Solare è un progetto che vede in prima fila l’Alma Mater Studiorum, affiancata da SCM Group, che hanno ricevuto l’appoggio della Regione Emilia Romagna e di altre realtà del territorio. In particolare grazie ai laboratori CRIF e CSR del Gruppo SCM  è in corso la realizzazione, mediante centro di lavoro SCM Accord 40 fx e Accord 50 fxm, dei modelli poliuretanici fresati che serviranno a creare l’intera struttura del veicolo in materiale composito, costituito da fibre di carbonio.

Il risultato, a cui mancano pochi mesi per arrivare ai primi test sulla strada, è eccezionale, considerato soprattutto che il progetto Onda Solare ha preso avvio solo lo scorso aprile.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here