Ragione Sociale: AF.UT. di Biagiotti G.
Regione e Città: Toscana – Terontola di Cortona (AR)
Lavorazione principale offerta: Lavorazioni meccaniche di precisione (tornitura, fresatura, rettifica, equilibratura, fino ai trattamenti termici e superficiali e al collaudo dei pezzi finiti)
Parco macchine: 5 Torni CNC: 3 a 2 assi, 1 bimandrino con spingi barra,  1con  asse Y e bimotore motorizzato; 4 centri di lavoro: 3 ad  assi verticali, 1 a 4 e 5 assi; 5 rettifiche: 2 tangenziali e 3 per diametri; 2 affilatrici; 1 equilibratrice.
Materiali lavorati, diametri barre, dimensioni pezzi: acciaio, acciai legati e non legati o acciai al carbonio, fino al titanio, anticorodal, pvc, nylon, derlin. Pezzi di piccola e media dimensione (con un grezzo che può andare da 100 mm cubi a 400 mm cubi).
Metrologia:  1 macchina per il controllo tridimensionale MITUTOYO, Modello CRYSTA APEX S 574; 1 macchina per controllo manuale MITUTOYO, Modello CRYSTA – PLUS M574
Tempi medi di consegna/preventivazione su pezzi prova
: 6 settimane dalla data dell’ordine/si
Certificazioni: UNI EN ISO 9001:2008
Export: no
Organizzazione logistica: interna
Persone in azienda: 19
Contatto e-mail: produzione@afut.it
Contatto telefonico: +39 0575 67.81.95 –
Referente: Gianfranco Biagiotti
Website: http://www.afut.it

Partire da un disegno tecnico per arrivare al componente meccanico finito, pronto per essere utilizzato: è questa l’impostazione di lavoro dell’officina meccanica AF.UT di Terontola di Cortona, in provincia di Arezzo, specializzata nella costruzione di componenti meccanici e di gruppi pre-assemblati di alta precisione. Una modalità operativa semplice e lineare, ma solo apparentemente: perché per poter offrire qualunque tipologia di lavorazione meccanica, destinata a realizzare qualunque tipo di particolare, in qualsiasi lotto, l’esperienza tecnica e la capacità meccanica non sono qualità affatto scontate. Questa azienda toscana eredita una capacità di lavoro maturata in oltre 30 anni di presenza sul mercato, in molteplici settori della meccanica industriale. Oggi produce conto terzi componenti di alta precisione destinati al settore aeronautico, della cartotecnica e della lavorazione del legno, fino a particolari per applicazioni orafe e alimentari.

 Lavorazioni meccaniche dalla A alla Z
«
AF.UT può produrre particolari di alta precisione di qualunque tipo e in qualsiasi materiale, in base alle specifiche richieste del cliente, a patto che siano lavorabili e misurabili nello standard delle dimensioni delle nostre attrezzature – spiega Gianfranco Biagiotti, titolare di AF.UT Srl –. In particolare, eseguiamo conto terzi componenti meccanici a progetto destinati a macchine utensili per la lavorazione del legno, per il settore del packaging e l’aeronautico, offrendo tutte le lavorazioni di cui possono necessitare, come fresatura, tornitura, rettifica, equilibratura, fino ai trattamenti termici e superficiali e al collaudo dei pezzi finiti».
I componenti lavorati da Af.UT sono in gran parte di piccola e media dimensione (con un grezzo che può andare da 100 mm cubi a 400 mm cubi) e prodotti in lotti estremamente flessibili, che possono variare da 1 a 100 pezzi
.
«Offriamo a tutti gli effetti un prodotto chiavi in mano e ciò è possibile perché la nostra azienda è in continuo sviluppo, sia a livello di tecnologie impiegate, sia in ambito di formazione dei nostri dipendenti, dall’ufficio tecnico all’officina vera e propriapuntualizza Biagiotti – . Chi si rivolge a noi sa che affidandoci il suo progetto, verrà realizzato al nostro interno dal primo all’ultimo passaggio di lavorazione, partendo dallo studio CAD/CAM per arrivare al testing e ai trattamenti termici del prodotto finito, prima di essere spedito al committente. Questo è il nostro grande valore aggiunto». L’Officina Meccanica AF.UT. è dotata di un sistema di qualità certificato ai sensi della normativa UNI EN ISO 9001:2008.

Tutto per l’alta precisione
Ciò che contraddistingue la lavorazioni meccaniche di AF.UT è l’esecuzione di particolari di alta precisione, che richiedono una grande preparazione tecnica e l’impiego dei macchinari più adatti.
«Realizziamo parti meccaniche speciali e di elevata precisione che possono andare, ad esempio, a costituire la struttura dell’elettromandrino, il cuore della macchina utensile, per impianti destinati a diversi settori industrialipuntualizza il titolare dell’azienda di Terontola di Cortona -, ma anche boccole di foratura o maschere di foratura per il comparto aeronautico, parti destinate alle fusoliere e alle ali dell’aereo, che hanno bisogno di una particolare attenzione di lavoro e di trattamenti speciali. Oppure, particolari semifiniti per macchinari dell’industria cartotecnica e dell’elettrodomestico o per automazioni industriali di vario genere, dai supporti per pallet a elementi per magazzini automatici».

I materiali in cui vengono eseguito sono molteplici: «Non al momento ci sono metalli che non abbiamo mai trattato, siamo in grado di eseguire lavorazioni su qualunque tipo di acciaio, da quello più comune ad acciai legati e non legati o acciai al carbonio, fino al titanio, anticorodal, pvc, nylon, derlin». Tutte le lavorazioni garantite da AF.UT sono possibili grazie all’impiego di un parco macchine ben assortito, con macchinari presidiati da personale qualificato e in continuo aggiornamento. L’ufficio tecnico dell’azienda si occupa della progettazione di programmi di lavoro dedicati, con l’ausilio di un CAD/CAM avanzato, per facilitare l’operazione di avviamento alla produzione. Ogni reparto ha inoltre la sua postazione di controllo con piani di riscontro, altimetri e strumenti base per poter gestire al meglio il flusso di lavoro. «L’azienda dispone di una ventina di macchine, tra torni, centri di fresatura e centri di lavoro, anche a 5 assi, alesatrici, stozzatrici e dentatricipuntualizza Gianfranco Biagiotti –. A queste si aggiungono affilatrici e rettifiche, una macchina equilibratice, macchinari per la preparazione della lavorazione, per i trattamenti termici e superficiali e il collaudo dei pezzi finiti. Grazie a questa dotazione tecnica siamo in grado di gestire quasi tutto il ciclo produttivo in modo indipendente e senza l’ausilio di fornitori esterni».

… continua a leggere (articolo a pag. 12 – Subfornitura News – Settembre 2016)

Se sei GIA’ abbonato accedi all’area riservata e continua a leggere clicca qui
Se NON sei abbonato vai alla pagina degli abbonamenti clicca qui

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here