E’ dai tempi del Concorde e della meno famosa controparte sovietica, il Tupolev TU-144, che il progetto di un aereo passeggeri supersonico è stato abbandonato. L’elevato consumo di carburante, la maggiore usura di alcune componenti strutturali e di conseguenza la manutenzione, circa 9 volte superiore a quella di un normale velivolo, hanno fatto desistere dallo sviluppo di nuovi progetti.

Le nuove tecnologie tra cui la progettazione additiva e la stampa 3D permettono di contrastare queste problematiche; è notizia recente che due aziende abbiano unito le forze per costruire un aereo passeggeri supersonico.

Partnership per aereo passeggeri supersonico

Boom Supersonic

Boom Supersonic è startup statunitense con sede a Denver. La sua mission è rimuovere e barriere per poter vivere al meglio il pianeta; in questo contesto si inquadra lo sviluppo di un aereo passeggeri supersonico, con la promessa di risparmiare ore altrimenti spese nei trasferimenti. Per fare ciò si avvale dei capitali di rischio 8VC, RRE, Lightbank, Y Combinator e Caffeinated Capital oltre che di altri finanziatori privati. Tra i successi di Boom Supersonic degli anni passati si vanno ad annoverare la collaborazione all’ingegneria del Falcon 9 di SpaceX, dei motori dell’aereo militare F-35 e gli sviluppi nel sistema di pilotaggio automatico del Boeing 787.

Ora Boom sta operando al fine di riportare in auge il volo passeggeri supersonico col progetto di un nuovo velivolo. Per poter realizzare questo ambizioso progetto Boom si avvale di tutti gli ultimi ritrovati tecnologici: i più recenti sviluppi sull’aerodinamica, l’impiego dei nuovi materiali e, non ultimo per importanza, le nuove tecnologie produttive tra le quali la stampa 3D.

Per maggiori informazioni su Boom Supersonic clicca qui.

Stratasys Ltd

Questo importante progetto è reso possibile anche grazie alla partnership con Stratasys Ltd. Si tratta di una tra le aziende prioniere nel settore della strampa 3D e della fabbricazione additiva; con sedi negli USA ed in Israele le soluzioni offerte da Stratasys ai suoi clienti permettono loro un’impareggiabile livello di libertà di progettazione e di produzione. L’offerta di Stratasys si articola in stampanti 3D sia per prototipazione sia per produzione, materiali da stampa 3D, consulenza e soluzioni on-demand.

stampanti 3d stratasys
Stratasys Fortus 450mc e F370

Le due aziende hanno siglato una partnership di 3 anni. In questo periodo Boom potrà avvalersi della stampa 3D basta sulla tecnologia FDM; tale tecnologià permetterà la produzione di parti dell’aeroplano e la creazione di attrezzi compositi avanzati.

Stratasys ha fornito a Boom le stampanti 3D basate su tecnologia FDM Fortus 450mc e F370; si tratta di strumenti progettate per produrre componenti sfruttando termoplastiche in grado di garantire le prestazioni richieste dal settore aerospaziale.

Per maggiori informazioni su Stratasys clicca qui.

L’XB-1, l’aereo passeggeri supersonico realizzato con la stampa 3D

boom supersonic xb-1
Il dimostratore XB-1 di Boom Supersonic

Progetto dell’impresa è infatti la creazione di un velivolo di linea capace di trasportare i passeggeri a Mach 2.2, ovvero poco più di due volte la velocità del suono, garantendo i prezzi di un normale volo in business-class. Per fare un confronto l’anglofrancese Concorde aveva una velocità massima di Mach 2.02; le crociere a tali velocità erano permesse a fronte di un prezzo triplo rispetto ad un analogo volo in business-class. Il progetto è ambizioso ma per dimostrare a fattibilità del progetto è prevista la realizzazione di un dimostratore; l’XB-1, il cui nome ricorda quello del Bell X-1 (primo aereo che superà il muro del suono), è un prototipo destinato a studiare la tecnologia da adattarsi sui modelli di linea. Il primo volo dell’XB-1 è previsto per l’anno prossimo.

Le sfide da vincere per portare a termine l’ambizioso progetto di Boom sono ancora tante; probabilmente sarà necessario superare anche i blocchi psicologici causati dagli incidenti del Concorde e del Tupolev. Sicuramente il tempo e il progresso premieranno la perseveranza di Boom.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here