Addio attrito: è tempo della levitazione magnetica

0
Particolare del moto riduttore che funziona a lievitazione magnetica.
Particolare del moto riduttore che funziona a lievitazione magnetica.
Particolare del moto riduttore che funziona a levitazione magnetica

Un team della Universidad Carlos III de Madrid ha lavorato su un progetto di ricerca chiamato Magdrive focalizzato sullo sviluppo di un sistema di trasmissione ad ingranaggi rivoluzionario.
I ricercatori provenienti da sette paesi europei hanno lavorato su un nuovo meccanismo di trasmissione con componenti a contatto. La loro scoperta chiave si basa sulla levitazione magnetica in grado di eliminare quasi totalmente i fastidiosi fenomeni di usura e attrito. La ricerca è guidata da José Luis Peres Diaz e consiste nello sviluppo di un riduttore magnetico capace di trasformare l’effetto magnetico tra le superficie da un assale di ingresso ad un asse di uscita, senza che nessun particolare tocchi il suo antagonista. Con questo sistema, si può certo dimenticare l’effetto della lubrificazione e finiture e trattamenti anti usura e a basso coefficiente di attrito. Questo cambio a levitazione magnetica produrrà meno rumore e limitatissime vibrazioni. Bassissima usura e attrito praticamente nullo significano una durata molto più lunga di un riduttore convenzionale a ruote dentate. Forse però la parte più interessante di questo progetto è che non solo l’ingranaggio di trasmissione è a bassissimo attrito, ma anche gli assi di ingresso e di uscita è come se avessero un effetto di galleggiamento all’interno della loro sede. L’obiettivo principale del progetto Magdrive è ora quello di sviluppare un prototipo che funzionerà nello spazio. Se questo è stato uno dei dati di progetto e, sulla base dei risultati, presto verrà alla luce, non c’è dubbio che funzionerà anche per automobili, treni o aerei.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here