12a Giornata nazionale dell’Economia

0

DG_Enterprise_SME2010_logo_IT_mit_subhead_pqLa possibilità di effettuare un elettrocardiogramma in farmacia e di ottenerne via web la corretta refertazione, potendo anche salvare e avere sempre a disposizione tutti gli esami effettuati negli anni su una piattaforma cloud accessibile on line. È questa l’idea dell’azienda Biotechware, con sede a Torino che si è aggiudicata ieri a Roma il Premio Giovani innovatori d’impresa, nella sezione “Ecosistema di innovazione”.Il premio, indetto da Unioncamere, è diretto alle imprese gestite o guidate da imprenditori con meno di 40 anni che si siano particolarmente distinti per la propria capacità di introdurre nuove idee in impresa. Tre complessivamente i vincitori, distinti nelle categorie New Made in Italy, Impresa connettiva e Ecosistema di innovazione: ciascuno si aggiudica un premio di 38.000 euro da utilizzare per assumere o retribuire un collaboratore funzionale allo sviluppo dell’innovazione presentata. La premiazione si è svolta in occasione della 12° Giornata dell’Economia, tradizionale momento di diffusione a livello nazionale dei principali dati economici provinciali. Nel panorama economico torinese si confermano anche nel 2014 alcune tendenze negative già evidenziate nel 2013, come la contrazione del numero complessivo di imprese, ma anche segnali positivi legati soprattutto all’export, alla produzione industriale e all’imprenditoria straniera – ha osservato Alessandro Barberis, Presidente della Camera di commercio di Torino – Che sia di Torino, poi, una delle aziende del Premio Giovani Innovatori è allo stesso modo un segno positivo della vitalità del territorio, soprattutto in ambito di innovazione”.

La Giornata dell’economia: i dati torinesi
A fine marzo risultavano registrate nella provincia torinese 228.462 imprese, con una flessione dell’1,1% nei confronti dello stesso periodo dello scorso anno. Le imprese straniere hanno continuato a mantenere il passo con una variazione positiva dello stock pari al +1,6% (rispetto al medesimo intervallo del 2013), mentre manifestano una riduzione della consistenza le imprese giovanili (-4,3%) e quelle femminili (-11,5%).Segnali incoraggianti provengono dall’andamento della produzione industriale torinese, che dal secondo trimestre del 2013 ha evidenziato un trend positivo e ha fatto segnare una crescita del + 6,6% nei primi tre mesi del 2014 nei confronti del corrispondente periodo del 2013: si tratta del migliore risultato a livello regionale, in controtendenza rispetto al dato nazionale (-0,1%). Tutti i settori hanno manifestato una variazione positiva, in particolar modo il comparto dei mezzi di trasporto (+21,3% rispetto al primo trimestre del 2013). Per quanto riguarda l’export, nel 2013 le vendite torinesi all’estero sono aumentate dell’8,5% rispetto al 2012, risultato migliore del corrispondente regionale (+3,8%) e di quello nazionale (-0,1%). Nel 2013 il totale delle merce venduta all’estero ammonta a 19,9 miliardi di euro. Il settore dei mezzi di trasporto rimane il principale traino, sul quale verte il 40,5% dell’export totale, con un incremento del 22,9% rispetto al 2012.

 A Torino il 6,3% delle Start up innovative italiane
All’inizio del mese di maggio 2014, in provincia di Torino si registra la presenza di 124 imprese iscritte alla sezione start up innovative, il 6,3% del totale nazionale. Di queste 124 imprese, circa il 70% opera nel settore dei servizi, mentre nel comparto dell’industria e dell’artigianato rientra più del 24% del totale. Secondo le ultime statistiche ufficiali, nel 2011 il Piemonte era la prima regione italiana per spesa in Ricerca e sviluppo in percentuale sul PIL (pari all’1,9% contro una media italiana dell’1,2%) e la terza per valore assoluto dopo la Lombardia e il Lazio. Risulta anche la terza regione per addetti impiegati nella R&S ogni 1.000 abitanti (5,3), dietro al Lazio e all’Emilia Romagna e davanti alla Lombardia.

Piacciono le nuove srl
Nei primi mesi del 2014 cresce il numero delle nuove Srl Semplificate. Al 6 maggio 2014 erano 529, più del 50% del totale piemontese. Tra queste, le società che hanno versato 1 euro di capitale sociale sono 87 (il 16,4%), mentre il capitale sociale medio è di 1.119,23 euro.

 

Premio Giovani innovatori d’impresa
Tre le idee di impresa vincitrici dei Premi Giovani innovatori nelle categorie New Made in Italy, Impresa connettiva e Ecosistema di innovazione. 719 le candidature pervenute attraverso il portale www.innovatoridimpresa.it nel 62% da giovani con meno di 35 anni. 192 le idee d’impresa giunte da giovani del Nord, 187 da quelli del Centro, 66 dalle regioni del Sud e 25 dalle isole.  Tra i settori, elevato il numero delle imprese Ict candidate (oltre 100), seguite quelle che si occupano di Ricerca e sviluppo e di servizi alla persona.  

CardioPAD Pro
CardioPAD PRO è un dispositivo medico a uso professionale marchiato CE, è un elettrocardiografo a 12 derivazioni a uso diagnostico che è integrato in una piattaforma cloud accessibile via web. Dal portale web è possibile accedere con diversi profili ai dati memorizzati sia da parte del paziente che del medico. Il centro di telerefertazione ecg riceve i tracciati trasmessi da CardioPAD PRO e cardiologi qualificati redigono un referto che viene poi consegnato al paziente. Per le caratteristiche del servizio, l’offerta risulta particolarmente convincente per le farmacie permettendo di differenziarsi e di erogare servizi di natura professionale.

Biotechware
Fondata nel 2011 da Alessandro Sappia ed Enrico Manzini, Biotechware è un’azienda italiana che ha progettato e sviluppato un nuovo sistema di elettrocardiografia e che ha come prodotto di punta l’innovativo CardioPad Pro: un dispositivo portatile per la registrazione professionale di elettrocardiogrammi a distanza (ECG). Laureati in ingegneria informatica presso il Politecnico di Torino, Alessandro Sappia ed Enrico Manzini nel 2002 hanno iniziato a collaborare con una società di monitoraggio cardiaco che eroga servizi di telemedicina. Forti di questa esperienza nel 2011 hanno creato la Biotechware, startup innovativa che è subito entrata in I3p, l’incubatore di imprese del Politecnico di Torino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here